Damasco, 16 mag – La presenza delle truppe Usa in Siria si intensifica, non solo nel nord e nell’est del paese. Con  la scusa di contrastare l’Isis, almeno 150 soldati americani e britannici si starebbero addentrando, in supporto di migliaia di “ribelli moderati” nel sud est della Siria in direzione di Deir ez-Zor. La città è in mano alle forze alle forze governative, ma circondata dall’Isis. L’obiettivo degli Usa probabilmente è di prendere il controllo di tutta la parte est della Siria, puntando su Raqqa e Deir ez-Zor, lasciando ai russi e forze governative la parte ovest.

Il video diffuso dall’agenzia stampa locale Smart mostra mezzi e militari stranieri (si riconoscono parole in un buon inglese) insieme alla fazione legata al Free Syrian Army, Yeish Mughawyr al-Thurah, mentre attraversano la regione desertica della provincia sud-est di Homs, nei pressi della cittadina di Tanf, non distante dal confine giordano. Come detto l’obiettivo a breve termine dei soldati britannici e americani potrebbe essere quello di tagliare la strada alle forze governative che stanno convergendo verso Deir ez-Zor.

Davide Romano

Commenta