Caracas, 21 gen – Il Venezuela di Maduro non conosce pace. La tensione è anzi sempre più alle stelle, con alcuni membri delle Forze delle azioni speciali della Polizia nazionale bolivariana che oggi hanno preso il controllo per alcune ore di una caserma della capitale Caracas, occupando anche le strade limitrofe.

Il gruppo di militari ha dichiarato di essersi sollevato contro “l’illegittima presidenza” di Maduro. “Ci hanno chiesto di difendere la Costituzione, siamo qui” per chiedere ai “guerrieri delle strade” di rivendicare che i loro diritti siano rispettati, “siamo in lotta per voi”, ha detto il funzionario Valdren Figueroa, portavoce dei rivoltosi.

Il ministero della Difesa del Venezuela ha però annunciato oggi di aver provveduto all‘arresto dei militari che si sono ribellati, spiegando che si tratta di “un ridotto gruppo di incursori” che si era asserragliato all’interno della caserma, sede dell’unità speciale di sicurezza Waraira Repano, nel quartiere di Cotiza. In una nota diramata dalla Forza armata nazionale bolivariana (Fanb), viene specificato che gli arrestati “stanno fornendo informazioni di interesse agli organismi di intelligence e al sistema di giustizia militare”.

Eugenio Palazzini

Vuoi rimanere aggiornato su tutte le novità del Primato Nazionale?
Iscriviti alla nostra newsletter.

Anche noi odiamo lo spam.
Ti potrai disiscrivere in qualsiasi momento.

Commenti

commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here