FM16032015-putin3-figura_1
Vladimir Putin oggi all’incontro con il presidente del Kyrgyzstan, Almazbek Atambayev

San Pietroburgo, 16 mar – A undici giorni di distanza dal suo ultimo incontro pubblico – il 5 marzo, quando il convenuto al Cremlino fu niente meno che Matteo Renzi – zar Vladimir Putin torna sulla scena pubblica in occasione del previsto incontro con il presidente del Kyrgyzstan, Almazbek Atambayev, nella sede presidenziale di Strelna, alle porte di San Pietroburgo.

Sgombriamo subito il campo dagli ultimi dubbi: erano presenti i giornalisti accreditati, inoltre nel video sottostante si fa riferimento proprio ai “rumors” che hanno accompagnato almeno gli ultimi cinque giorni dell’assenza del leader russo, che abbiamo riportato anche su queste colonne.

Nel video, il presidente kirghiso racconta scherzosamente della forma fisica del suo ospite, che sarebbe non solo in grado di camminare spedito ma anche di guidare sportivamente la vettura con cui avrebbero fatto un giro nella tenuta presidenziale. Da parte sua, Putin scherzando ha dichiarato che “senza pettegolezzi ci si annoierebbe”.

Tutto bene, quindi? Quasi.

La scena è apparsa ai giornalisti come particolarmente “teatrale”, accuratamente preparata proprio per smentire le voci circolate in questi giorni, i sorrisi di circostanza sono apparsi eccessivi, così come l’evidente pallore del presidente russo. Niente di particolarmente eclatante, ma nemmeno in grado di smentire completamente almeno le voci di una malattia di Putin.

È presumibile comunque che, qualsiasi cosa sia accaduta in questi lunghi giorni appena trascorsi – perché qualcosa di anomalo è verosimilmente capitato – non lo sapremo se non tra molto tempo oppure nel caso di eventi clamorosi e al momento insondabili.

russia_encirclement
Accerchiamento della Russia (e dell Cina) da parte delle forze Nato

Nel frattempo, il ministero della difesa – guidato da quel Sergei Shoigu che alcune voci collocavano al centro degli eventuali intrighi di palazzo insieme al servizio segreto FSB e al presidente Ceceno Ramzan Kadyrov  – ha reso noto che il presidente russo avrebbe ordinato nei giorni scorsi la mobilitazione delle forze aero-navali del nord, con base principale a Murmansk in Carelia, per ampie esercitazioni non previste, in risposta alla pressione delle forze Nato ai confini della Russia, per ultime le manovre militari norvegesi a due passi dal confine proprio con la Carelia.

L’atteggiamento della Russia rispetto all’aggressività della Nato potrebbe, nelle prossime settimane, svelare se qualcosa è cambiato, durante la prolungata assenza di zar Vladimir, rispetto al tono tutto sommato conciliante o almeno diplomatico tenuto finora anche sulla crisi Ucraina.

Francesco Meneguzzo

Vuoi rimanere aggiornato su tutte le novità del Primato Nazionale?
Iscriviti alla nostra newsletter.

Anche noi odiamo lo spam.
Ti potrai disiscrivere in qualsiasi momento.

Commenti

commenti

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here