Fare marketing per la propria azienda, al giorno d’oggi, è sempre più smart e non necessita per forza di campagne pubblicitarie lunghe e costose.

Basta inserire il proprio brand su oggetti di uso quotidiano o persino su capi di abbigliamento per divulgare la propria voce in maniera efficace e mai “aggressiva”, contribuendo a far sentire clienti e collaboratori parte di un team.

Grazie a tecniche di stampa sempre più innovative, come la recente sublimazione, e a siti specializzati nel settore delle personalizzazioni, l’azienda può operare in autonomia per creare i gadget più disparati.

Come personalizzare i gadget promozionali

Creare articoli promozionali online è davvero semplice, in quanto generalmente è sufficiente inserire sul portale prescelto un file esaustivo del logo da riportare, comprensivo di colori e posizionamento sull’oggetto.

Inoltre, affidandosi alle migliori realtà del settore, come per esempio Fullgadgets.com, è possibile richiedere anche gadget personalizzati economici senza ordine minimo, un’opportunità che permette di sfruttare queste risorse promozionali anche nel caso in cui si abbiano particolari limiti di budget o non si necessiti di grandi quantitativi di merce.

Le tecniche di stampa previste sono diverse, anche a seconda della tipologia di superficie e delle necessità: di norma è il portale stesso a suggerire quella migliore, nonché il numero di colori massimo da considerare per avere un risultato ottimale.

La scelta dei prodotti per promuovere il proprio brand dipende molto dallo spirito stesso dell’azienda e dal messaggio che si vuole comunicare: si va dai sobri articoli per ufficio ai creativi antistress, passando per le evergreen t-shirt da uomo, donna e bambino. Non è raro che le aziende scelgano persino di diversificare gli articoli nel tempo, al fine di offrire diverse possibilità a clienti e collaboratori.

Quali sono i gadget più richiesti

L’abbigliamento personalizzato può avere una doppia funzione: all’interno dell’azienda è spesso fondamentale per identificare il team di lavoro. Si pensi, ad esempio, a una ditta di traslochi oppure a un servizio di facchinaggio; società di ristrutturazioni o strutture ricettive hanno a loro volta la necessità di far individuare i collaboratori e renderli ben visibili anche alla clientela.

Al di fuori dell’ambiente lavorativo, invece, la maglietta, il cappellino o la sciarpa diventano un dono gradito che consente di mostrare il marchio semplicemente indossandoli e magari facendo persino tendenza.

Un discorso analogo vale per altri elementi indispensabili dell’outfit, quali ad esempio borse e zaini: entrambi possono avere spazio a sufficienza per trasportare oggetti personali, fare shopping o andare a scuola con stile. Al lavoro o nel tempo libero sono insostituibili soprattutto se si prediligono modelli che, oltre che essere belli da vedere, risultino anche comodi da mettere a tracolla, magari con spallacci imbottiti o cinghie regolabili.

Un altro evergreen è rappresentato dai calendari, sempre sott’occhio su una parete o sulla scrivania: a seconda dei modelli, l’azienda può destinare anche ampi spazi per completare il proprio logo con i recapiti telefonici e l’indirizzo. Dalle versioni più semplici alle più estrose, se hanno anche funzione di planning i calendari fungono da promemoria per scrivere brevi appunti accanto ai giorni della settimana.

Infine, non mancano i gadget più piccoli ma sempre presenti nella vita di tutti i giorni, quali ad esempio i portachiavi, di ogni forma e colore, talvolta abbinati a piccole luci al led o in foggia di antistress per unire l’utile al dilettevole; oppure set di bellezza da borsetta, come specchi con spazzola incorporata. All’ultimo grido sono i caricatori solari anche estremamente creativi per ricaricare lo smartphone senza uso di corrente elettrica, oppure le penne che sulla parte superiore presentano un touchpad per lo schermo del cellulare.

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta