Il Primato Nazionale mensile in edicola

Parma, 22 mag – Negli ultimi anni, ogni volta che Bossi aveva parlato da un palco leghista, come nella grande manifestazione di Milano “Stop Invasione” del 2014, dalla folla si era levato qualche mugugno ma mai i cori “fuori! fuori!” e i fischi, per una contestazione così plateale come quella andata in scena ieri al congresso della Lega Nord a Parma. “Io feci partire la Lega contro il centralismo e lì starò, io vado dove c’è da fare questa battaglia, se la Lega Nord diventa Lega sud non m’interessa un cazzo, ma non ho abbandonato la speranza”, ha detto il senatur dal palco replicando alle parole di Salvini che poco prima invece aveva perorato la causa dell’impegno leghista nelle regioni del centro sud.



Alla terza-quarta volta che Bossi attaccava il centralismo italiano dalla platea si sono levati dei fischi e sono spuntati i cartelli “Salvini Premier”. Giancarlo Giorgetti ha provato a fermare la contestazione invocando “rispetto per il fondatore”, ma Bossi a quel punto ha tagliato corto: “è inutile aizzare gli animi,me ne vado”, lanciando alla fine il vecchio grido “Padania libera!” seguito per la verità da un numero piuttosto limitato di persone.

Black Brain

https://www.youtube.com/watch?v=LP3Ev39NNgQ

Davide Romano

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

Commenta