Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 18 dic – Accalorato intervento in Senato di William De Vecchis, che torna a chiedere a gran voce la liberazione dei tre studenti arrestati a Firenze per un semplice volantinaggio all’interno del liceo Galileo Galilei. “La signora Rackete ha volontariamente investito un’imbarcazione militare della Guardia di Finanza. Un’eroina per la sinistra che si è fatta tre giorni di arresti domiciliari”, tuona il senatore della Lega. Mentre “a Firenze dei ragazzi non di sinistra che hanno fatto un volantinaggio non autorizzato sono quattro settimane che sono agli arresti domiciliari. Perché non sono di sinistra, vergogna”, tuona De Vecchis tra gli applausi dei colleghi de leghista.



De Vecchis: “Studenti agli arresti? Vergogna, non ci arrenderemo”

L’esponente della Lega è intervenuto più volte sull’incredibile vicenda di Firenze. Tre giorni fa oltretutto a due dei tre studenti toscani arrestati il 25 novembre scorso, il Gip Angelo Antonio Pezzuti ha confermato gli arresti domiciliari rigettando l’istanza di revoca presentata dai legali dei ragazzi. Il giudice ha dunque confermato in toto l’impianto dell’ordinanza che aveva stabilito quella misura cautelare non riscontrando “nessuna circostanza nuova intervenuta a modificare o attenuare le esigenze di tutela”. Di conseguenza, come già fatto notare da De Vecchis, dei ragazzi incensurati di 20 e 22 anni, la cui grave colpa è stata quella di aver realizzato un volantinaggio non autorizzato all’interno dell’istituto Galileo Galilei di Firenze, si trovano ancora ai domiciliari.

Black Brain

Il senatore della Lega prosegue poi il suo infuocato discorso: “Non cederemo alle vostre pressioni, non cederemo alle vostre intimidazioni, non tradiremo i figli d’Italia, non tradiremo la nostra nazione“, afferma De Vecchis. Tutto questo “per un semplice motivo, perché noi non ci arrenderemo mai e continueremo la nostra battaglia per il nostro più grande amore, ossia la nostra amata Italia”.

Alessandro Della Guglia

 

 

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

2 Commenti

  1. sempre severità dove comoda a loro,eh?

    con questi canoni, gli spacciatori dovrebbero
    appenderli al primo lampione.
    perchè NON lo fanno?
    ma dico,farà ben più danno un etto di droga
    che di volantini,no?

    come sempre in italia,c’è
    l’anarchia assoluta nelle cose importanti,
    e il rigore assoluto nelle vaccate.

    che schifo di paese,il mio….

Commenta