Roma, 9 mar – “Sul fronte sanitario i profughi ucraini o fanno il tampone ogni 48 ore o accettano di vaccinarsi“: così il premier Mario Draghi nel question time alla Camera sulla guerra in Ucraina. “Le mascherine vengono distribuite a tutti i profughi nei centri sanitari”, sottolinea Draghi.

Draghi: “I profughi ucraini o fanno il tampone ogni 48 ore o accettano di fare il vaccino”

Oltre alle norme anti Covid, ai profughi accolti viene offerto ogni tipo di aiuto, spiega il premier. “Il dipartimento della Protezione civile provvede alla ricognizione dei posti letto e al trasferimento pazienti. Inoltre agli ucraini nei centri di prima accoglienza è prevista assistenza sanitaria, sociale, psicologica, orientamento legale e corsi di lingua italiana. Nei centri sono previsti servizi anche finalizzati all’integrazione e alla formazione professionale”, spiega il premier.

Con la sola richiesta del permesso di soggiorno, in deroga al regolamento sui flussi, i profughi potranno lavorare, sia nel pubblico che nel privato”, precisa poi Draghi.

“Ad oggi sono arrivati in Italia 23.872 profughi, oltre il 90% sono donne e bambini”

Sul fronte dell’accoglienza Draghi sottolinea che il flusso è in continuo aumento. E lo dimostra numeri alla mano: “All’8 marzo sono arrivati 21.095 cittadini ucraini, oggi sono 23.872. Principalmente dalla frontiera italo-slovena, oltre il 90% sono donne e bambini. Ieri 10.500 donne, oggi 12mila, gli uomini erano 2mila ieri, oggi 2.200, i bambini 8.500 ieri e oggi 9.700. Il flusso – sottolinea il premier alla Camera – è certamente destinato ad aumentare”. E’ stato predisposto un aumento delle strutture di accoglienza, mettendo a disposizione tutte quelle per gli immigrati, fa presente Draghi.

“Crisi umanitaria senza precedenti in Europa dal dopoguerra”

Più in generale, il presidente del Consiglio afferma che “viviamo una crisi umanitaria senza precedenti in Europa dal dopoguerra”. “Per farvi fronte l’Ue ha attivato la direttiva sulla protezione temporanea per i profughi ucraini“, sottolinea Draghi. Ricordando poi che per intervenire nel conflitto il governo ha proclamato lo stato di emergenza umanitario fino alla fine dell’anno.

Rincari energetici: “Iva ridotta del 5% per utenze gas, 16 miliardi per famiglie”

Sul fronte dei continui rincari energetici, vera e propria emergenza al pari di quella umanitaria causata sempre dela guerra ( dalle sanzioni contro la Russia), il premier annuncia che “l‘Iva sarà ridotta del 5% per le utenze del gas“. E inoltre che “il governo ha destinato 16 miliardi per sostenere le famiglie contro i rincari delle bollette del gas”.

Adolfo Spezzaferro

La tua mail per essere sempre aggiornato

7 Commenti

  1. L’ info sarà da approfondire se salta fuori che le persone ucraine troveranno lavoro in quantità rilevante piuttosto degli RdC senza lavoro da anni…

  2. Da un Inferno Ad un Altro… dalle bombe agli aghi…

    Situazione covid Ucraina Total Cases 5.040.518 Total Deaths 112.459

    ultimi 28-Day Cases 497.950 28-Day Deaths 4.042

    Situazione covid Italia Total Cases 13.159.342 Total Deaths 156.357

    ultimi 28-Day Cases 1.343.760 28-Day Deaths 6.689

    fonte: COVID-19 Dashboard
    by the Center for Systems Science and Engineering (CSSE) at Johns Hopkins University (JHU)

  3. Da un Inferno Ad un Altro… dalle bombe agli aghi…

    Situazione covid Ucraina Total Cases 5.040.518 Total Deaths 112.459

    ultimi 28-Day Cases 497.950 28-Day Deaths 4.042

    Situazione covid Italia Total Cases 13.159.342 Total Deaths 156.357

    ultimi 28-Day Cases 1.343.760 28-Day Deaths 6.689

    fonte: COVID-19 Dashboard
    by the Center for Systems Science and Engineering (CSSE) at Johns Hopkins University (JHU)

  4. mario sfiga barzelletta & speranza morti accompagnati da bibita esteri….povera Italia e poveri italiani…comunque il mario sfiga avrá sicuramente trovato da vendere l’Italia al suo confratello soros & confratelli a 6 punte…

  5. Cari profughi,
    Ma non potevate scegliere di andare in Polonia?
    Li non vi avrebbero chiesto di fare il vaccino.

  6. Caro Manlio tu mi insegni che i morti apparenti
    https://massimosconvolto.wordpress.com/2021/09/20/improbabile/

    dall’inizio della #Pandebufala sono stati 156.357 ergo ben meno di 80.000 l’anno.

    I morti in Italia per malattie cardiovascolari sono 230.000 l’anno
    https://massimosconvolto.wordpress.com/2020/11/14/immortali/

    Qual è la priorità?

    Se vuoi farti vaccini per evitare al Governo lecchino la figura di merda fatta nel 2009
    https://video.repubblica.it/dossier/febbre-suina/virus-a-quei-23-milioni-di-vaccini-inutili/41322/41325

    tutte le porte sono aperte ma quando sei cardiopatico da un decennio nonostante paghi le tasse per il mantenimento del servizio sanitario nazionale se non hai soldi per pagare e devi aspettare il servizio sanitario nazionale per una visita cardiologica devi aspettare 3 mesi.

    Chi viene in Italia non ha capito niente, purtroppo c’è ignoranza globale.

Commenta