Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 14 ago – C’è il terzo nome tra i deputati «furbetti» che hanno chiesto e percepito il bonus da 600 euro per le partite Iva: dopo i parlamentari leghisti Dara e Murelli è il turno  del grillino Marco Rizzone. Lo ha confermato ieri sera una nota del capo politico Cinquestelle Vito Crimi: «In relazione alla vicenda del bonus da 600 euro, destinato a partite Iva, lavoratori autonomi e professionisti, ho deferito il deputato Marco Rizzone al collegio dei probiviri chiedendone la sospensione immediata e massima severità nella sanzione». Il nome di Rizzone spunta un giorno prima dell’audizione del presidente Inps, Pasquale Tridico, che nella giornata di oggi alle ore 18 in diretta web dalla commissione Lavoro della Camera fornirà le identità non solo dei deputati che hanno chiesto e percepito il sussidio, ma anche di quelli che avevano presentato domanda, poi respinta.

Chi è Rizzone

Pesce d’aprile

1 commento

Commenta