Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 22 set – La misericordia è bella solo con gli Stati degli altri. Il Vaticano, da cui partono quotidianamente appelli all’accoglienza, ha appena allontanato i diversi clochard, molti dei quali stranieri, che affollano la zona attorno a piazza San Pietro. “È una questione di sicurezza e di buon senso”, ha commentato il direttore della sala stampa vaticane Greg Burke. Attorno al centro della cristianità sono nate di recente delle tendopoli dove non di rado si scatenano risse notturne tra barboni e sbandati. Quest’estate quando aveva fatto il giro del Web la foto di un senzatetto intento a urinare proprio sotto al colonnato del Bernini.

Nei giorni scorsi i giardinieri vaticani, addetti alle pulizie, sono corsi ai ripari, intervenendo con la spazzatrice per una ripulita della piazza e del colonnato accompagnati da agenti della Gendarmeria vaticana col compito di assicurare che le operazioni potessero procedere anche nelle aree dove sono soliti accamparsi gruppi di senzatetto. I clochard potranno continuare a dormire la notte sotto i porticati ma quello che viene chiesto loro è di lasciare le aree libere la mattina per poter permettere ai mezzi di operare la pulizia. Nella zona, Papa Francesco aveva voluto aprire dei bagni e dei locali a disposizione proprio delle persone in difficoltà, ma gli agenti avevano scoperto che alcuni clochard erano sottoposti alle violenze di altri senzatetto che imponevano una sorta di “pizzo” per l’accesso alle docce. Un presidio fisso dei gendarmi, ora smobilitato, ha consentito la cessazione di queste forme di prevaricazione.

Roberto Derta

La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

  1. sul papa se ne possono dire………..ma allontanare la mattina per fare le pulizie, francamente, non mi appare come una ”cacciata”…Cerchiamo di non fare i ”salvini”Manteniamo un rigore sulle notizie date….

Commenta