Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 27 nov – Dai sovranisti (o sedicenti tali) ai seguaci di Mario Monti. Un controsenso? No: è l’arco politico del centrodestra, che per bocca di Forza Italia annuncia di aver trovato l’accordo con Scelta Civica – o quel che ne rimane – per correre insieme alle prossime politiche.

Dall’ex sottosegretario Enrico Zanetti all’imprenditore Angelo D’Agostino, gli uomini cresciuti attorno al progetto di Mario Monti cambiano così schieramento a pochi mesi dal voto, dopo aver sostenuto fino ad oggi tutti gli esecutivi della legislatura fino al Gentiloni (fiducia inizialmente non accordata, poi rientrata con il voto al Rosatellum). La scelta di campo è netta e alternativa rispetto a quella degli altri centristi, gli alfaniani di Alternativa Popolare ancora alle prese con il nodo alleanze.

L’accordo con il centrodestra è stato votato a larghissima maggioranza dalla direzione del partito: “Essere la forza di centro liberale che, insieme ad altri movimenti popolari, consente la formazione di una lista civica nazionale europeista alleata di Forza Italia” ha spiegato Zanetti. Plauso alla futura alleanza è stato espresso da Renato Brunetta: “Benvenuto all’amico Zanetti e al suo partito nel nostro centrodestra unito di governo, siamo certi che il contributo degli amici centristi sarà determinante per la nostra vittoria nella primavera del 2018″. L’avvicinamento fra la coalizione e i montiani non rappresenta tuttavia una novità: uomini di Scelta Civica erano già candidati all’interno delle liste del centrodestra alle scorse amministrative siciliane in sostegno di Nello Musumeci, sostegno che è valsa al partito l’elezione di Giuseppe Compagnone all’Assemblea regionale.

Una decisione, quella del partito non però del tutto condivisa all’interno: “Sono stato l’unico a essere intervenuto contro l’alleanza, sono totalmente contrario”,  denuncia il deputato Ernesto Auci, spiegando che “stare nel centrodestra con questi signori, con Salvini e Meloni e una parte di Forza Italia è un errore madornale per una forza che vuole essere liberale e europeista. Questi signori sono antieuropei e sovranisti”. Sicuro sicuro?

Nicola Mattei

La tua mail per essere sempre aggiornato

3 Commenti

  1. questa ammucchiata pure con scelta civica stampella del pd fara ‘ si che non prenderanno il mio voto ho la nausea di queste persone e non contribuiro ‘ a questo abominio mi spiace per salvini e meloni ma bisogna spedire il vecchio dove merita e dove vuole stare non dimentichiamo il patto del nazzareno …….

Commenta