Il Primato Nazionale mensile in edicola

Torino, 3 lug – Rieccolo, Piero Fassino, con le sue profezie. Come un Nostradamus in odor di pensione, l’ex segretario dei Ds si è lanciato in un’altra delle sue profetiche sentenze. Non bastavano le figuracce già rimediate con i suoi affondi sul Movimento 5 Stelle e sulla nazionale di calcio tedesca. Nel mirino della sua lungimiranza ora è finito anche il ministro dell’Interno e vicepremier Matteo Salvini, che a Pontida ha dichiarato che la Lega è pronta a governare per trent’anni.
“Trent’anni di Salvini? Nulla impedisce di sperare, però bisogna vedere se gli elettori gli daranno i voti. Non credo questo sia il tema principale oggi. Il tema principale è che Salvini sta imponendo a questa maggioranza di governo una linea oltranzista, che chiude l’Italia e riduce l’Italia in un ghetto. Non ho capito qual è la sua idea di Europa se chiude le frontiere, chiude i porti e mette i dazi”. Sono queste le profetiche parole dell’oracolo fassiniano, che lasciano presagire tutt’altro destino.

Dopotutto era lui che arrivato quasi in dirittura d’arrivo del suo mandato come sindaco di Torino decise di lanciare il guanto di sfida all’allora consigliera Chiara Appendino. “Un giorno lei si segga su questa sedia e vediamo se poi sarà capace di fare tutto quello che oggi ha auspicato di poter fare”, disse invitandola a candidarsi sindaco. Lei accettò e gli fregò il posto da primo cittadino.

Ma prima ancora, nel 2009, Fassino attaccò Beppe Grillo: “Se vuol fare politica fondi un partito, si presenti alle elezioni e vediamo quanti voti prende”. Il resto è storia. Tanto che persino facebook gli ha dedicato una pagina facebook con le profezie, tutte avverate ma al contrario.

Fassino non ha risparmiato neppure la nazionale di calcio tedesca: lo scorso anno, nel pieno del dibattito sullo ius soli, e a ridosso della mancata qualificazione dell’Italia ai mondiali di Russia, affermò: “il nostro calcio va rinnovato. Ricordo che una delle cose che ha favorito il rinnovo del calcio tedesco, dopo una crisi molto dura, è stata la legge sulla cittadinanza che Schröder approvò. Non voglio mescolare calcio con politica, ma dico che lo Ius Soli può contribuire a questa innovazione”. È dei giorni scorsi l’eliminazione della Germania dal mondiale. Cosa mai successa nella storia del calcio.

Salvini può stare tranquillo.
Anna Pedri

4 Commenti

  1. Dico a Fassino e agli altri come lui:
    non importa che voi crediate in Dio o meno.
    Dio esiste…prima o poi la vostra vita finirà (in modo naturale, quando sarà ora)… E VOI PAGHERETE PER L’ETERNITA’
    A questo, non potrete sfuggire.
    Niente di ciò di cui godete ora…sarà per sempre… NIENTE!

Commenta