Roma, 29 giu — Dovrà scontare 20 anni di prigione Ghislaine Maxwell, la compagna di una vita e complice del miliardario pedofilo Jeffrey Epstein. Maxwell per anni reclutò decine di minorenni da dare in pasto allo stesso Epstein (morto in suicida in carcere in circostanze che definire misteriose è un eufemismo), spesso approfittando dell’indigenza delle vittime che venivano convinte a prostituirsi.

Condannata a 20 anni 

I reati vanno dal traffico sessuale di minori all’adescamento, dal trasporto illegale di minorenni alla cospirazione. Secondo la procura di Manhattan, Maxwell «reclutava, plasmava e addestrava» le ragazzine di cui Jeffrey Epstein e i suoi illustri ospiti abusavano nelle numerose residenze del miliardario. Da domenica la donna è sotto regime di sorveglianza speciale perché si teme possa tentare di uccidersi, nonostante le perizie escludano le intenzioni suicidarie. «Ghislaine Maxwell non avrebbe mai pensato che un giorno queste donne avrebbero avuto il coraggio di uscire allo scoperto accusando lei e Jeffrey Epstein per gli abusi sessuali commessi nell’arco di molti anni. Per lei queste ragazze erano solo spazzatura umana», aveva detto nell’arringa finale la procuratrice dell’accusa Maurene Comey, descrivendo la Maxwell come «predatrice sofisticata che cercava ragazze giovani e psicologicamente vulnerabili».

Il braccio destro di Epstein

La donna era finita in manette circa due anni fa al termine di una rocambolesca fuga durata mesi: secondo l’accusa Ghislaine Maxwell, oltre a essere la «manager» dei sordidi traffici di Epstein, avrebbe anche partecipato attivamente agli abusi e alle violenze sia nella casa di Epstein, a Manhattan, sia nelle ville di Palm Beach e in New Mexico. Sono state le testimonianze di quattro delle vittime a comporre l’impianto accusatorio. Tra quelle chiave, quella di Virginia Giuffre, oggi 38enne: «Mi aveva ingaggiata, spiegato che cosa fare, addestrata a diventare una schiava sessuale», ha raccontato. Secondo l’accusa «è stata il braccio destro di Epstein, sapeva bene quello che stava facendo».

Chi è Ghislaine Maxwell

Figlia dell’editore britannico Robert Maxwell, Ghislaine Maxwell nasce in Francia, ultima di nove figli. Di famiglia ricchissima, vive vicino a Oxford, nella sontuosa residenza di Headington Hill Hall. Inizia la propria carriera come giornalista negli anni ‘80 diventando assidua frequentatrice delle socialite londinesi. Dopo la misteriosa scomparsa del padre si trasferisce a New York dove inizia la sua relazione con Jeffrey Epstein diventando sua complice. Finirà la storia d’amore, ma non i sordidi traffici dei due.

Cristina Gauri

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta