Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 27 gen – A Ostia c’è la mafia? Probabilmente sì e molto probabilmente risponde al clan degli Spada decimato dal blitz di due giorni fa che, nell’ambito dell’operazione “Eclissi”, ha portato in carcere 32 persone accusate a vario titolo di essere legate alla famiglia del litorale romano.
Agli arresti è finito, fra gli altri, anche Roberto Spada, già dietro le sbarre per la testata rifilata ad un giornalista Rai. Quell’aggressione ha però poco a che vedere con ciò che le indagini hanno scoperchiato: un vasto sistema criminale legato ad estorsioni ed usura, al business del racket e al traffico di droga, che dalla famigerata Piazza Gasparri di Nuova Ostia si dipanava verso tutto il lungomare del municipio. E arrivava a toccare anche la sede di un circolo Pd.
A rivelare la “mappa” degli affari degli Spada è stato il pentito Michael Cardoni, nipote del boss Giovanni Galleoni ucciso nel 2011. “Il territorio di competenza dell’organizzazione di mio zio era quello compreso tra via del Sommergibile, via Antonio Forni e il mercato Appagliatore”, ha spiegato agli inquirenti, sottolineando che il pizzo che esercenti, commercianti e ambulanti pagavo “viene ora riscosso dagli Spada”.
Non solo bar e tabaccherie, altre attività (perfino quelle gestite da cinesi) erano soggette alla tassa per la “protezione”: “Ricordo anche altri piccoli negozi presenti in zona che pagavano il “pizzo” – aggiunge Cardoni – un negozietto di animali, anche la sede del Pd in via Antonio Forni“. La sede è stata sfrattata nel 2015 per morosità, ma resta il dato di un partito che periodicamente pagava l’obolo ad un clan. Non una novità, visto che i due anni di commissariamento di Ostia sono arrivati a seguito dell’inchiesta che ha portato agli arresti l’ex minisindaco Andrea Tassone (lo stesso che veniva incensato da Federica Angeli, professione sedicente giornalista antimafia), esponente proprio del Pd.
Nicola Mattei

Sangue di Enea Ritter

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

  1. Questi piddini , quanto sono bravi , quanto sono belli e quanto sono “puliti”…….gli auguriamo di viaggiare tanto e visitare altri paesi, così avrebbero la possibilità di portare la loro infinita competenza a conoscenza di altri esseri umani…….ormai in territorio italico hanno già dato………. ampiamente……. siamo saturi , la misura è colma e siamo pure arrivati alla canna del gas.

Commenta