Il Primato Nazionale mensile in edicola

Macerata, 4 marzo – Una famiglia spezzata, due bambini resi orfani, l’ennesima tragedia causata da un immigrato pregiudicato e nonostante ciò lasciato libero di delinquere. Sabato sera i coniugi Carotti stavano tornando da una festa di carnevale con i due bambini di 8 e 10 anni, ma non hanno mai fatto ritorno a casa: sono rimaste vittime di un tremendo schianto frontale, avvenuto poco dopo la mezzanotte sulla Statale Adriatica, a Porto Recanati, in località Scossicci. I due bimbi sono ricoverati negli ospedali Torrette e Salesi. La bambina, come riporta Il Resto del Carlino, è in condizioni disperate: è tenuta in coma farmacologico e necessita di supporto respiratorio e di monitoraggio intensivo.

Pregiudicato

Da una prima ricostruzione dei fatti è emerso che la vettura responsabile dello schianto avesse invaso completamente la corsia nella quale transitava l’auto delle vittime. Al volante Marouane Farah, marocchino di 34 anni, assieme ad altri due passeggeri: sembra che la vettura stesse scappando da un altro incidente o dopo un furto, forse in stato di coscienza alterata da sostanze. Farah è stato arrestato per omicidio stradale ed è piantonato all’ospedale di Civitanova dove è ricoverato assieme ai due passeggeri. Tutti e tre hanno riportato ferite e contusioni di entità non preoccupante. Il fascicolo dell’omicida è stato ora affidato al pm di Macerata Enrico Riccioni, che ha già chiesto di sottoporre lo straniero ai test alcolemici e tossicologici. Nell’aprile del 2018, il giovane era finito nella rete dei carabinieri nell’ambito di un’operazione che aveva portato al sequestro di 225 chili di hashish. Nella sua abitazione sangiustese i militari avevano trovato un chilo di droga.

Lutto cittadino

Duro il commento del primo cittadino di Castelfidardo (dove risiedeva a famiglia) Roberto Ascani, che ha diffuso un messaggio di cordoglio in uno status su Facebook: “Il dolore per la tragedia si frappone alla rabbia per le circostanze che hanno strappato la vita di Gianluca ed Elisa. Dalle notizie che arrivano sembra che il peggiore dei balordi abbia ucciso il meglio della nostra comunità. Due genitori splendidi, sempre pronti ad aiutare gli altri e a sorridere alla vita stanotte ci hanno lasciato. Non certo per fatalità. Dichiaro il lutto cittadino in segno di vicinanza ai familiari e ai tanti amici coinvolti”. “Una preghiera per questa mamma e questo papà, un pensiero ai loro bimbi”, ha commentato il ministro dell’Interno Matteo Salvini via Twitter “Solo schifo per l’assassino”.

Cristina Gauri

La tua mail per essere sempre aggiornato

4 Commenti

  1. Si potrebbe dire che tutti gli Italiani morti o segnati per sempre da questi scarafaggi del nordafrica tanto coccolatie vezzeggiati in casa nostra, debbano ricadere sulla coscienza del partito pds, ma i pidiessisti coscienza non ce l’ hanno…..

  2. Per quale motivo era in Italia?

    Per quale motivo non era in galera, dopo essere stato sorpreso a trafficare quintali di droga?

    Per quale motivo non è ancora stato trovato impiccato in cella con le lenzuola, dopo essersi suicidato per il rimorso di quanto ha provocato?

Commenta