Roma, 22 apr – Palazzo Chigi sceglie i condizionatori al posto della pace. Almeno, ciò testimonia quanto avvenuto sui recenti “acquisti istituzionali” riportati da Il Tempo.

Palazzo Chigi, sì ai condizionatori e “no alla pace”

Palazzo Chigi dice sì ai condizionatori ma – evidentemente – no alla pace, se dovessimo tenere fede alle dichiarazioni ufficiali provenienti dai vertici governativi, tra le quali spicca l’ormai storico “volete la pace o i condizionatori” del signor Mario Draghi. Essì perché, secondo le ultime novità, la presidenza del Consiglio ha deciso di rinnovare il prioprio impianto di climatizzazione, nella sede in via della Stamperia, a Roma. E allo scopo ha acquistato  57 condizionatori “split”, al prezzo di 39.426,40 euro.

Quando Draghi chiedeva di “scegliere”…

Diciamolo, il signor Mario Draghi non è esattamente un astro nascente di furbizie, quando si tratta di dichiarazioni pubbliche. Neanche due settimane fa lanciava un messaggio che, per lui, forse era perfino forte (mentre alle orecchie di chiunque lo ascoltasse era difficile non suonasse ridicolo): “Volete la pace o i condizionatori accesi?”. “Andiamo con l’Ue, se ci propone l’embargo sul gas, siamo contenti di seguire. Quello che vogliamo è lo strumento più efficace per la pace. Ci chiediamo se prezzo del gas può essere scambiato con la pace“, aveva detto il premier.

Alberto Celletti

Ti è piaciuto l’articolo?
Ogni riga che scriviamo è frutto dell’impegno e della passione di una testata che non ha né padrini né padroni.
Il Primato Nazionale è infatti una voce libera e indipendente. Ma libertà e indipendenza hanno un costo.
Aiutaci a proseguire il nostro lavoro attraverso un abbonamento o una donazione.

 

La tua mail per essere sempre aggiornato

2 Commenti

  1. Solite cattive lingue.
    I condizionatori in Italia rimarranno riigorisamente spenti fino a che dura la pace.
    Si accenderanno solo quelli di kiev, dove c’è la guerra.

  2. questo ci fara’ entrare in guerra , vuole la distruzione dell’italia e lui via allestero nelle sue megaville e bunker . e noi moriremo tutti , se stuzzica un altro poco putin vedrai cosa ci succedera’! ma dico io bruttombecille ma perche’ mandate armi a quell’altro provocatore comico di zelensky? che czzo ce ne frega a noi dell’ucraina , noi vogliamo la pace in italia.

Commenta