Roma, 22 apr – La Bundesbank (la banca di Germania) si esprime sulla ormai quotidiana questione dello “stop al gas russo”, come riporta Tgcom24.

Bundesbank e lo stop al gas russo in Germania

In terra tedesca, se non altro, si discute almeno un minimo della questione. E così fa – almeno sulla carta – la Bundesbank, che denuncia in modo abbastanza netto i possibili danni per la Germania determinati dall’ormai inflazionatissimo “stop al gas russo” di cui si sente parlare in ogni dove. Un blocco immediato dala gas di Mosca, infatti, comporterebbe alla Germania un danno di circa 180 miliardi di euro. E l’economia dell’intera Nazione ne risentirebbe in modo significativo, visto che si parla della contrazione di circa il 2% del Pil del 2022.

Il bollettino mensile della banca tedesca

La fonte è il bollettino mensile della Bundesbank, che sulla Germania e le sue sorti avverte che già si intravedono i primi effetti negativi della guerra in Ucraina, non solo in terra tedesca ma su tutta la cosiddetta “Eurozona”. Il peggioramento del quadro dell’inflazione è sicuramente un primo tema sensibile, ma non l’unico: anche il rallentamento della domanda di beni e servizi esterni è un segnale che dall’istituto tedesco guardano con grande preoccupazione.

Alberto Celletti

Ti è piaciuto l’articolo?
Ogni riga che scriviamo è frutto dell’impegno e della passione di una testata che non ha né padrini né padroni.
Il Primato Nazionale è infatti una voce libera e indipendente. Ma libertà e indipendenza hanno un costo.
Aiutaci a proseguire il nostro lavoro attraverso un abbonamento o una donazione.

 

La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

Commenta