Entrata in vigore a gennaio la fatturazione elettronica solo nei primi sei mesi dell’anno ha messo a segno un volume di transazioni pari a 1.689 miliardi di euro.

L’universo delle e-fatture, tratteggiato dai report elaborati dall’Agenzia delle Entrate e dall’Osservatorio fatturazione elettronica & e-commerce B2B del Politecnico di Milano (Polimi), conta sulla trasmissione di circa 1 miliardo di fatture elettroniche, inviate attraverso lo Sdi (Sistema di interscambio), 3,3 milioni di operatori coinvolti ed un maggior gettito Iva, pari a circa 350 milioni al mese.

I numeri sono decisamente interessanti e rilevano la spinta del Paese verso una crescita digitale

cosciente e consapevole, una prospettiva innovativa di cui la fatturazione elettronica rappresenta in realtà solo il primo passo.

I sistemi di transizione delle fatture e la rivisitazione dei processi gestionali

A creare grande interesse sono soprattutto i dettagli sull’utilizzo dei sistemi di trasmissione delle fatture.

Scorrendo i dati scopriamo che il 54% dei piccoli e grandi imprenditori e degli Enti Pubblici sceglie di affidarsi al canale Sftp mentre il 43% utilizza Web service. Segue il 2,5% che si serve delle Pec e lo 0,5% che procede attraverso il portale web “Fatture e corrispettivi” dell’agenzia delle Entrate.

La fatturazione elettronica impegna i settori coinvolti dettando nuove regole, ma soprattutto ha reso evidente la necessità di rivisitare i processi gestionali dell’intera catena dal fornitore al cliente.

A sostegno del processo di innovazione digitale, soprattutto laddove le novità hanno dovuto supportare gli utilizzatori della fatturazione elettronica, sono nate soluzioni e servizi nuovi come quelli offerti da InfoCert, Qualified Trust Service Provider di successo.

InfoCert e il sistema di fatturazione elettronica

Considerando le soluzioni InfoCert e il sistema di fatturazione elettronica si assiste ad una rivisitazione dei meccanismi, concretizzando un’offerta reale che potenzia i processi all’insegna della qualità e del facile utilizzo.

Grazie a prodotti quali Legalinvoice START e Legalinvoice PRO, InfoCert è in grado di proporre una soluzione efficace, offrendo servizi per tutti i tipi di attività, un supporto concreto per risolvere le necessità e i bisogni di imprese di vario genere e grandezza.

Legalinvoice START è studiato appositamente per chi ha bisogno di uno strumento semplice di fatturazione elettronica B2B e PA. Pensiamo ad esempio a piccole realtà, che non possono contare su software gestionali in proprio, e sono tendenzialmente abituate a produrre le fatture in Word o Excel. A loro Legalinvoice START offre in cloud gli strumenti per la fatturazione digitale, grazie ad un sistema da utilizzarsi nella maniera più semplice.

Con Legalinvoice PRO InfoCert ha realizzato una soluzione in grado di ridurre gli impatti operativi della fatturazione elettronica B2B e PA, eliminando l’inserimento manuale dei dati, grazie alle funzionalità di importazione automatica dalle fatture XML o PDF.

Perfetto per le PMI, Legalinvoice PRO offre un supporto a chi desidera gestire in maniera veloce ed economica il Sistema Di Interscambio (SDI) in modalità ricezione e invio.

Le fatture a portata di click: la video-guida

Per conoscere più da vicino soluzioni come quelle proposte da Legalinvoice START e PRO, InfoCert offre una video-guida (  )

alla fatturazione elettronica estremamente interessante e completa.

Commenta