Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 10 mag – Leonardo ha comunicato ieri di aver finalmente ottenuto, dalla Direzione Armamenti Aeronautici e per l’Aeronavigabilità (DAAA), la ‘Initial Certification’ per il velivolo da addestramento M-345. La certificazione rappresenta il traguardo di un’intensa attività che ha previsto circa 200 voli a partire dal primo decollo nel 2016.

L’Aermacchi M-345

Sviluppato a partire dal Siai-Marchetti 2-11, l’M-345 è un addestratore biposto che, grazie alla sua avionica avanzata ed al sistema di addestramento integrato con innovativi simulatori connessi anche con velivoli in volo, consentirà all’Aeronautica Militare un significativo miglioramento dell’efficacia addestrativa ed una maggiore efficienza con una riduzione dei costi operativi. I nuovi aerei, progettati per soddisfare i requisiti di addestramento basico e basico-avanzato, andranno ad integrare gli M-346 impiegati per la fase avanzata dell’addestramento dei piloti e hanno dalla loro la capacità di rispondere al meglio alle esigenze di formazione dei piloti militari, con prestazioni ed efficacia tipiche degli aerei a getto e costi comparabili a quelli dei velivoli a turboelica.

“Il riconoscimento della certificazione iniziale dell’M-345 – spiega Lucio Valerio Cioffi, capo divisione velivoli di Leonardo – conferma le caratteristiche e le capacità di questo aereo, unico nel suo genere per prestazioni, costi di acquisizione e gestione, proiettando questo aereo a pieno titolo sul mercato internazionale”. Uno dei suoi punti di forza è il sistema addestrativo integrato basato sul segmento di terra e di volo, che “conferma la leadership tecnologica a livello mondiale di Leonardo – sottolinea la società in una nota – nella formazione dei piloti destinati ai velivoli di attuale e futura generazione”.

Il prossimo aereo delle Frecce Tricolori

Non solo addestramento. L’M-345, prodotto con una filiera interamente italiana, sarà infatti il prossimo mezzo di cui si doterà il 313° Gruppo Addestramento Acrobatico, la nostra Pattuglia Acrobatica Nazionale: le più celebri “Frecce Tricolori” lo useranno per sostituire gli ormai anziani (sono in servizio dal lontano 1982) MB-339.

Nicola Mattei

Commenta