Roma, 15 feb — «Nel Metaverso sarai in grado di fare quasi tutto ciò che puoi immaginare – riunirti con amici e familiari, lavorare, imparare, giocare, fare acquisti, creare»: chissà se Zuckerberg, pronunciando il famoso discorso di presentazione  del nuovo sistema di realtà virtuale targata Facebook, annoverava anche lo stupro di gruppo tra le «infinite possibilità» ricreative a disposizione degli utenti.

Perché è successo proprio questo: un caso di «molestia virtuale», che ha spinto Meta (ex Facebook) a prendere la prima contromisura contro le molestie online: la «distanza di sicurezza» tra gli avatar degli utenti. Non bastava il distanziamento sociale introdotto durante la pandemia: ora la misura viene presa anche tra pupazzetti digitali.

Molestia di gruppo sul Metaverso, Meta introduce la distanza virtuale

A denunciare le molestie online è stata la ricercatrice Nina Jane Patel che ha raccontato di essere stata accerchiata da tre avatar «con voce maschile» all’interno di Horizon Worlds, la realtà virtuale creata dall’azienda di Mark Zuckerberg. La Patel lavora per Kabuni, società specializzata nello sviluppo di esperienze virtuali per ragazzi fra gli 8 e i 16 anni — e già qui ai sani di mente dovrebbe scendere un brivido dietro la schiena — ed era stata invitata a testare Horizon Worlds subito dopo il lancio della piattaforma. Patel ha riferito che a solo un minuto dal suo ingresso all’interno del Metaverso, il suo avatar è stato accerchiato e molestato da altri tre «con voce maschile». I tre molestatori virtuali l’avrebbero quindi «palpeggiata» rivolgendole «frasi offensive» a sfondo sessuale arrivando a scattarle delle foto.

La contromisura

Per soffocare sul nascere ogni rigurgito femminista e  prevenire eventuali strali da MeToo virtuale, Meta ha subito imposto il distanziamento sociale tra avatar: non potranno avvicinarsi a meno di un metro e mezzo. Addio sesso virtuale quindi, anche quello consenziente? Sopravviveremo. Meta, secondo quanto riferisce il Guardian, ha così motivato la sua decisione: «L’introduzione di un confine personale impedirà che chiunque possa invadere lo spazio personale del tuo avatar. Se qualcuno tenta di entrare nel tuo confine personale, il sistema interromperà il suo movimento». Lo scopo è aiutare gli utenti «a stabilire norme comportamentali e questo è importante per un mezzo relativamente nuovo come la realtà virtuale».

Cristina Gauri

Ti è piaciuto l’articolo?
Ogni riga che scriviamo è frutto dell’impegno e della passione di una testata che non ha né padrini né padroni.
Il Primato Nazionale è infatti una voce libera e indipendente. Ma libertà e indipendenza hanno un costo.
Aiutaci a proseguire il nostro lavoro attraverso un abbonamento o una donazione.

 

La tua mail per essere sempre aggiornato

Articolo precedenteUcraina, ecco perché la guerra può essere evitata: il giorno decisivo
Articolo successivo“Non mi vaccino, vi spiego perché”: cosa ha detto Djokovic alla Bbc
Classe 1977, nata nella città dei Mille e cresciuta ai piedi della Val Brembana, dell’identità orobica ha preso il meglio e il peggio. Ex musicista elettronica, ha passato metà della sua vita a fare cazzate negli ambienti malsani delle sottoculture, vera scuola di vita da cui è uscita con la consapevolezza che guarire dall’egemonia culturale della sinistra, soprattutto in ambito giovanile, è un dovere morale, e non cessa mai di ricordarlo quando scrive. Ha fatto uscire due dischi cacofonici e prima di diventare giornalista pubblicista è stata social media manager in tempi assai «pionieri» per un noto quotidiano sabaudo. Scrive di tutto quello che la fa arrabbiare, compresi i tic e le idiozie della sua stessa area politica.

1 commento

  1. Ah! Si! Terra materia, Terra anti-materia oppure Meta-verso… “Cui bono” è una frase latina che significa “chi ne beneficia?”, ed è usata per suggerire che c’è un’alta probabilità che i responsabili di un certo evento siano quelli che ne traggono vantaggio….

    Ovviamente si parla di fantocciata pandemica buona lettura e soprattutto buon divertimento…

    (Solo il nostro essere, sai, in realtà è spaventoso!)

    https://telegra.ph/Solo-il-nostro-essere-sai-in-realt%C3%A0-%C3%A8-spaventoso-12-02

    By Manlio Amelio

Commenta