Roma, 15 feb – Novak Djokovic rompe il silenzio dopo la bufera degli Australian Open, da cui è stato escluso dopo un rocambolesco braccio di ferro con il governo di Canberra. “Non sono un no vax, ma rinuncerei ai trofei piuttosto che essere costretto a vaccinarmi contro il Covid”, dice il tennista serbo intervistato dalla Bbc. “Sarei pronto a sacrificare la partecipazione a competizioni come Wimbledon e Open di Francia per la mia posizione sul vaccino? Sì, questo è il prezzo che sono disposto a pagare”, tuona il numero 1 al mondo del tennis. Poi Djokovic precisa: “Non sono mai stato contrario alle vaccinazioni”, spiegando di aver fatto tutti i vaccini da piccolo, “ma ho sempre sostenuto la libertà di scegliere cosa mettere nel proprio corpo”.

Djokovic: “Non mi vaccino, ecco perché”

Messaggio piuttosto chiaro, della serie: non mi vaccino contro il Covid perché non accetto imposizioni. C’è poi una questione che il tennista serbo giudica in qualche modo salutista, o per meglio dire di “gestione” del proprio corpo. “I principi alla base delle decisioni che riguardano il mio corpo sono più importanti di qualsiasi titolo o altro. Sto cercando di essere in sintonia con il mio corpo il più possibile”. Ma la decisione di non vaccinarsi è davvero definitiva? Sembra di sì ma Djokovic dice che a livello globale “stiamo tutti cercando di trovare collettivamente la migliore soluzione possibile per porre fine al Covid”. E “non sono mai stato contrario alla vaccinazione. Capisco che a livello globale, tutti stanno cercando di fare un grande sforzo per gestire questo virus e vedere, si spera, una fine”. Djokovic afferma poi di essere pienamente consapevole che “milioni di persone lo hanno preso e stanno ancora lottando con il Covid in tutto il mondo. Quindi prendo la questione molto sul serio”.

“Triste e deluso per vicenda Australia”

Rispetto alla decisione del governo australiano “ero davvero triste e deluso dal modo in cui tutto è finito per me”, dice il tennista. “Non è stato facile”. Djokovic afferma poi che “l’errore di dichiarazione del visto non è stato commesso deliberatamente. E’ stato confermato dalla Corte federale e dallo stesso ministro del Ministero dell’Immigrazione in Australia. Quindi, in realtà, quello che probabilmente la gente non sa è che non sono stato espulso dall’Australia perché non sono stato vaccinato o perché ho infranto qualsiasi regola o ho commesso un errore nella mia dichiarazione del visto. Il motivo per cui sono stato espulso dall’Australia è stato perché il ministro dell’Immigrazione ha usato la sua autorità per annullare il mio visto in base alla sua percezione che avrei potuto creare un sentimento anti-vax nel paese o in città, cosa con cui non sono completamente d’accordo”.

Alessandro Della Guglia

Ti è piaciuto l’articolo?
Ogni riga che scriviamo è frutto dell’impegno e della passione di una testata che non ha né padrini né padroni.
Il Primato Nazionale è infatti una voce libera e indipendente. Ma libertà e indipendenza hanno un costo.
Aiutaci a proseguire il nostro lavoro attraverso un abbonamento o una donazione.

 

La tua mail per essere sempre aggiornato

2 Commenti

  1. Beh il messaggio è totalmente Diseducativo… dire decido io cosa fare con il mio corpo… non accetto imposizioni… Mi sembra una difesa da avvocato delle “carte” perse…ah ah… io ho deciso di non farmi “marchiare” né ora né mai, per il semplice principio: primo non nuocere… secondo lo ritengo assolutamente dannoso e pericoloso… basta guardare i dati per rendersene conto… ma soprattutto credo che il Nostro corpo umano non abbia bisogno di “istruzioni” da parte di nessuna terapia genica o similari.. Infine sono convinto che i sieri, gli intrugli, servano solo per decimare la popolazione… oltre che ingrassare le lobby farmaceutiche… Vi lascio un ‘altra piccola perla di Louis-Ferdinand Celine… buona lettura e buon divertimento… (Se doveste decidere di non pubblicare il commento lo capisco pure, ma volevo solo regalarvi questa Ballerina Anarchica…)
    https://telegra.ph/L%C3%89COLE-DES-CADAVRES-VACCIN%C3%89-12-19
    La scuola dei cadaveri vaccinati

Commenta