Il Primato Nazionale mensile in edicola

Berlino, 24 feb – Attore, storico, teologo e ora anche infettivologo: Roberto Benigni dice la sua sull’emergenza coronavirus in Italia, senza spendere una parola per il governo, ma invitandoci tutti a una generica “calma”. 

Benigni: “Bisogna reagire”

«Che cosa penso del Coronavirus? Bisogna reagire» ha dichiarato Benigni al termine della presentazione di Pinocchio di Matteo Garrone al Festival di Berlino. Ma cosa significa reagire per l’attore e regista toscano? “Intendo che non bisogna farsi prendere dal panico, si parla solo di quello. In Iran hanno perfino chiuso le sale cinematografiche e mi sembra grave”. In breve, secondo Benigni anche se in Italia il conteggio dei morti arriva a sei persone, la psicosi da coronavirus «Andrebbe ridimensionata, ma senza abbassare la guardia».

Amico del Papa e Geppetto sbiadito

Poi, sempre per dire qualcosa di pessimo buonismo relativo alla politica (ma di ottima promozione per Pinocchio): “Quanti gatti e volpi troviamo oggi in politica che ci promettono di farci diventare ricchi da un giorno all’altro. O Lucignoli che fanno diventare tutti somari, facendoci tornare indietro a seguire i nostri istinti più bassi. I politici dovrebbero essere migliori di noi, cosicché possiamo prenderli a esempio come fa Pinocchio con la Fata Turchina” dichiarò Benigni in pieno tour promozionale, lo scorso dicembre. Strano però come non abbia niente da dire sulle azioni di governo, in ritardo rispetto all’emergenza coronavirus, o come non abbia nessuna buona parola da indirizzare a Pontefice che definisce “il suo personaggio immaginario preferito” che dal canto suo non ha detto una parola per le vittime italiane del coronavirus. Ma si sa, partono tutti incendiari e fieri e al ritorno sono tutti pompieri, un tempo Benigni era Pinocchio, adesso è la copia sbiadita di un Geppetto …

Ilaria Paoletti

2 Commenti

  1. Io sto in zona GIALLA …. e la Lombardia si sta DANDO da FARE …..
    limitando la nostra vita ma per la nostra SALUTE !!!!
    Grazie Fontana , indimenticato Borgomastro !!!!! e Grazie Zaia , per il Veneto .

    il COGLIONE da DOVE pontifica (come il suo amico sbergoglio da BARI ….) ??????

    se un SUO vicino si ammala …. vedi come si CAGA IN MANO !!!!!!!

    la Toscana meriterebbe una PANDEMIA per MANCATO CONTROLLO !!!!!!!

Commenta