Il Primato Nazionale mensile in edicola

Londra, 5 gen – In seguito alla squalifica per tre turni comminata a Edison Cavani, il calcio uruguaiano fa quadrato e difende il campione, accusato di razzismo dalla Football Association inglese.



Cavani e la parola “negrito”

Cavani, che nel frattempo ha chiesto anche scusa, aveva chiamato un suo amico su Instagram col vezzeggiativo, tipico del Sudamerica, “negrito”. E dopo la squalifica di tre turni, l’AFU, il sindacato calciatori uruguaiano, difende l’attaccante del Manchester United:  “Denunciamo la condotta arbitraria della Football Association. Lungi da rappresentare una difesa contro il razzismo, quello che ha commesso la FA è un atto discriminatorio nei confronti della cultura e dello stile di vita del popolo uruguaiano. La sanzione rivela una visione distorta, dogmatica ed etnocentrista che non ammette altre letture se non quella che si vuole imporre”.

Black Brain

Afu: “Cavani non è razzista, lo siete voi”

Nel comunicato dell’Afu si legge ancora: “Cavani non ha mai commesso un singolo atto che potesse essere interpretato come razzismo. Ha semplicemente usato un’espressione comune del nostro linguaggio per riferirsi affettuosamente a una persona cara, un amico. Pretendere che l’unica forma di interpretazione valida nella vita sia quella nella testa dei dirigenti della federazione calcistica inglese è di per sé un atto veramente discriminatorio, totalmente riprovevole, che va contro la cultura uruguaiana”.

E ora chiedono l’annullamento della squalifica

Secondo il sindacato calciatori uruguaian, la decisione della Football Association nei confronti di Cavani denota “totale ignoranza riguardo la visione multiculturale del mondo: questo sì che è razzista. La punizione inflitta a Cavani non colpisce solo lui ma anche tutti nostri valori, da sempre contrari al razzismo”. La richiesta, quindi? “Annullare urgentemente il provvedimento”. Secondo il Corriere dello Sport, sono moltissimi colleghi sportivi che hanno condiviso e diffuso l’appello, tra di essi Luis Suarez, Matias Vecino, Rodrigo Bentancur e Nicolas Pareja.

Ilaria Paoletti

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

3 Commenti

  1. Io al contrario sono orgogliosamente razzista e i negri sono una razza da sempre inferiore. Fottetevi merde

  2. C’ è poco da ridere cmq , con Bidè alla casa bianca dovremo dire :

    Spaghetti all’ Afroamericano di seppia
    voglio l’ auto color Afroamericano (in alternativa Fumo-di-Londra)
    La squadra bianco-Afroamericano , Rosso-afroamericano
    ( l’ INTER è Nerazzurra …. per fortuna )

    In svizzera hanno già vietato la vendita dei cioccolatini MORETTI ….
    perchè razzisti ….

    Cazzo in Italia le famiglie NEGRI o Moretti dovranno cambiarsi il nome ….
    pena la squalifica da Faccialibro ….

    Citando Obelix … Sono PAZZI questi antirazzisti !!!!

Commenta