Se è vero che noi spesso abbiamo l’impressione di dover sopportare un freddo intenso e ci armiamo di cappotti, guanti, cappelli e quant’altro, è anche vero che al mondo ci sono diverse città in cui il termostato scende di molto sotto lo zero. Molte di queste sono mete di viaggio e sono tanti i turisti che visitano queste città, o perlomeno quelle che sono più facili da raggiungere, come quelle in Canada, USA o nell’Unione Europea.  Pronto a scoprirle?

Ottawa, Canada

Qui il freddo non scherza, con le temperature che possono arrivare anche a -37 C°. Questo piazza la città al nono posto fra quelle più fredde al mondo. Le temperature medie durante l’inverno, comunque, sono leggermente più clementi di quella sopra citata, con un -15 C° piuttosto frequente. Il Canada è un vastissimo paese con grandi cose da vedere e da scoprire e prima di un viaggio è fondamentale prepararsi e informarsi sul tipo di abbigliamento, il visto, assicurazioni e passaporti. Consigli di questo tipo si possono trovare sui siti che parlano e offrono consigli di viaggio, come il portale di viaggi e vacanze Travellairs.it e ovviamente sui portali ufficiali governativi relativi al Turismo in Canada. Ottawa è sicuramente una mete da vedere in Canada e da sempre è considerata come una delle città più fredde dell’intero continente nordamericano, la meta perfetta per chi predilige la neve e i brividi lungo la schiena.

Ulan Bator, Mongolia

La temperatura, nella città di Ulan Bator, può scendere sino a – 49 C° e non c’è da stupirsi perché la città ha un primato di tutto rispetto, quello della capitale mondiale più fretta. La temperatura media è di -1.3 C° durante il corso dell’intero anno.  Qui il terreno è sempre gelato, in ogni stagione.

Minsk, Bielorussia

Qui il clima è di tipo continentale però durante l’inverno, che è molto freddo, la temperatura può scendere fino a -20 C°. Il suo posto nella classifica delle città più fredde del mondo è l’ottavo e Minsk, comunque, è considerata una delle più fredde di tutto il pianeta.

Helsinki, Finlandia

Con il termostato che può arrivare a segnare – 34,3 C° la capitale finlandese, considerata da sempre una delle città più fredde del mondo, è caratterizzata da un clima molto rigido. Nel gennaio 1987 il termostato ha segnato -34,3 C°, e questo al momento è il record di Helsinki in termini di freddo invernale, ma la stagione è generalmente molto gelida con una temperatura raramente più alta di -5 C°. I turisti però non sono fermati dal freddo pungente, considerando anche che Helsinki è stata citato come uno dei migliori aeroporti del mondo cosa che spiega la grande quantità di turisti che arrivano ogni anno in Finlandia per vedere l’aurora boreale e rilassarsi con il clima mite estivo.

Astana, Kazakistan

Qui c’è da rabbrividire solamente a leggere la temperatura minima storica della città, ovvero -51,6 C°. Astana è caratterizzata da fredde correnti che fanno sentire ancora di più il gelo e per metà anno le strade sono perennemente coperte di neve e di ghiaccio.

Ust’ Nera, Siberia

Quando pensiamo alla Siberia immaginiamo le renne e spazi sconfinati e imbiancati… insomma, il freddo non è certo un concetto estraneo a questa regione, ma forse ti stupirai nel sapere che qui il termometro è arrivato a segnare -60,4 C°. Considerata uno dei “poli del freddo” e in compagni di quattro villaggi che detengono un primato in termini di temperature rigide (che si trovano proprio nell’ampia regione della Siberia), Ust’ Nera si piazza al quinto posto.

Tomtor, Siberia

Rimaniamo in Siberia, più precisamente a Tomtor, villaggio ubicato nella Sacha Jacuzia, dove la temperatura arriva a – 62,9 C°. Si tratta infatti del luogo terrestre più freddo a essere abitato.

Ojmjakon, Russia

Se sei curioso di sapere qual è la città più fredda del mondo in assoluto, ecco la risposta: Ojmjakon, ubicata in Siberia, Russia. Il 26 gennaio del 1926 il termostato è arrivato a segnare l’impressionante -69,9 C° ma non è tutto. Questa è solo una versione perché altre fonti ritengono che, nella suddetta data, la temperatura percepita in città fosse di -71,2 C°. Altri ancora, infine, sostengono che il termometro abbia segnato – 82 C°. Quale che sia la verità, il senso rimane ben chiaro: Ojmjakon è una città capace di far battere i denti e di far gelare il sangue nelle vene a chiunque, specialmente a noi italiani, abituati al clima mediterraneo.

Verchojansk, Siberia

Non ci spostiamo ancora dalla Siberia (Russia) perché qui è stata registrata, nel febbraio del 1892, la temperatura di – 68,8 C°. Nel mese di gennaio la temperatura media è molto vicina a- 47,7 C°.

Utqiagvik (Barrow), Stati Uniti

Un tempo conosciuta come Barrow, oggi chiamata Utqiagvik, è la città più fredda al mondo al di fuori dalla Russia. La cittadina si trova in Alaska, nei pressi dell’estremità settentrionale del Nord America – Point Barrow – ed è abitata da pescatori. Non c’è da sorprendersi se le sue temperature sono particolarmente rigide, poiché essa è ubicata a soli 2.100 km dal Polo Nord. Un’altra caratteristica peculiare di questa cittadina è che, durante l’inverno, il sole scompare per circa 65 giorni e gli abitanti si ritrovano, quindi, a vivere in una costante fredda notte invernale. Questo fenomeno è dovuto al fatto che Utqiagvik si trova a 320 km a nord del circolo polare artico. Durante i giorni di completa assenza di sole, le temperature rimangono regolarmente sotto lo zero e tirano forti venti. In estate, tuttavia, è possibile ammirare il famoso sole di mezzanotte per ben oltre un mese.

Yellowknife, Canada

Torniamo in Canada dove la città di Ywellowknife condivide con Astana il titolo di “regina di ghiaccio”. C’è però una differenza fra la città canadese e la capitale del Kazakistan, quest’ultima infatti gode di estati piuttosto calde, mentre a Yellowknife le temperature restano fredde per gran parte dell’anno. Questo freddo, secondo l’opinione di chi ci vive, è causato in gran parte dai venti rigidi che tirano con una certa regolarità e, nonostante Yellowknife non sia la città più fredda del mondo, c’è da sapere che il termostato è arrivato a segnare – 51,2 C°. La città è dunque un’ottima meta per chi desidera praticare sport invernali o andare all’avventura, sempre tenendo a mente che le temperature possono davvero farti tremare.

Harbin, Cina

Harbin non è certo fra le città più fredde del mondo, però questo non le impedisce di organizzare, ogni anno, il Festival Internazionale del Ghiaccio e della Neve. Le temperature medie invernali qui non sono particolarmente rigide, almeno se paragonate a quelle delle altre città menzionate finora, con una media di – 20 C° e in estate non salgono mai oltre -25 C°. Dunque fa freddo sì, ma un freddo per lo più sopportabile, se ben organizzati con abiti spessi, per ammirare le sculture di ghiaccio che durante il Festival arricchiscono il lungofiume oppure per sfidare una tempesta di neve, fattore che rende la bella Harbin ancora più affascinante.

Busa di Fradusta, Italia

Sei curioso di sapere qual è la città più fredda del nostro Paese? Si tratta di Busa di Fradusta, in provincia di Trento, più precisamente nelle Dolomiti. Qui, nel dicembre del 2010, il termometro è arrivato a segnare -48.3 C°, come si può leggere in questo articolo del Corriere risalente a gennaio 2011.

Ti è piaciuto l’articolo?
Ogni riga che scriviamo è frutto dell’impegno e della passione di una testata che non ha né padrini né padroni.
Il Primato Nazionale è infatti una voce libera e indipendente. Ma libertà e indipendenza hanno un costo.
Aiutaci a proseguire il nostro lavoro attraverso un abbonamento o una donazione.

 

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta