Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 1 nov – Due offerte vincolanti ed una manifestazione di interesse. Sono queste le tre buste arrivate ai commissari straordinari di Alitalia, che si preparano adesso alla partita per la cessione della nostra compagnia di bandiera.
Sul tavolo di Luigi Gubitosi, Enrico Laghi e Stefano Paleari sono giunte le proposte di Ferrovie dello Stato ed Easy Jet, oltre a quella dell’americana Delta Airlines. Le prime due sono le vincolanti, la terza è una richiesta di informazioni preludio ad una successiva trattativa. Si sfila invece Lufthansa, che ha dichiarato di non essere interessata a co-investire “con il governo in una compagnia che ha bisogno di essere ristrutturata”.
L’offerta più attesa era indubbiamente quella di Ferrovie dello Stato. Il cda di Fsa ha dato il via libertà martedì, prevedendo però una serie di stringenti condizioni. A partire da un’approfondita analisi dello stato della compagnia che offra garanzie dal lato della redazione di un serio piano industriale. Il riferimento implicito è alla necessità, sottolineata da più parti, di recuperare margini puntando sul lungo raggio. Due i motivi: non fare concorrenza alle stesse Ferrovie ed evitare di mettersi in un’assurda competizione con vettori low-cost che monopolizzano il mercato. Di più: industrialmente, le attività di Alitalia e Ferrovie potrebbero intersecarsi e dare il via a sinergie positive, per quanto riguarda sia l’aspetto business che quello turistico.
E’ anche per questi motivi che, spiegano fonti che hanno potuto visionare l’offerta, Fs si riserva l’opzione di costituire una società con una primaria compagnia aerea proprio al fine di sviluppare quello che fino ad oggi è stato il tallone d’achille di Alitalia. Ferrovie non intende però, nonostante il suo intervento sia stato caldeggiato dall’esecutivo, fare da cavaliere bianco disposto ad investire ad occhi chiusi. L’attenzione del gruppo ai conti non permette infatti spese o impegni azzardati. Qualora una delle suddette condizioni non si verificasse, si specifica, a decadere sarebbe l’intera offerta.
Filippo Burla

La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

Commenta