Roma, 21 gen – L’Austria aveva già ampiamente annunciato l’obbligo vaccinale contro il Covid. Ed era stata comunicata anche il mese di decorrenza, ovvero il febbraio 2022. Come riporta l’Adnkronos, il parlamento di Vienna ha ieri approvato definitivamente la norma.

Austria e obbligo vaccinale

Dunque il Parlamento in Austria approva pienamente l’obbligo vaccinale. E lo fa con una larghissima maggioranza. Il ministro della Salute Wolfgang Mückstein, che aveva anche presentato la proposta di legge, ha definito il vaccino “un atto di solidarietà”. Sostenuto dai social democratici, è andato avanti, come gran parte dell’assemblea di Vienna. Il governo di Vienna ha inoltro prorogato il lockdown per i non vaccinati di altri 10 giorni (era stato introdotto a suo tempo per contrastare la variante Omicron).

L’ennesimo tentativo? La lotteria

Dall’obbligo, ai “cacciatori di non vaccinati”, ai lockdown per chi non è inoculato. In Austria – come in altri Paesi, su tutti il nostro – le hanno tentate più o meno tutte. Con atti di costrizione ma anche di “ammansimento”. L’ultima strategia, annunciata dal cancelliere austriaco Karl Nehammer, consiste in una lotteria riservata a coloro che sono vaccinati contro il Covid. L’annuncio è avvenuto in una conferenza stampa insieme al leader dell’opposizione socialdemocratica Pamela Rendi-Wagner, visto che il provvedimento è stato concordato anch’esso a larga maggioranza. I premi? Buoni da 500 euro, riferisce Nehammer. L’Austria ha finora vaccinato il 72% della popolazione: uno dei tassi più bassi attualmente in Europa.

Alberto Celletti

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta