Il Primato Nazionale mensile in edicola

batterio_killer_finita_epidemiaWashington, 27 mag – Un batterio resistente a tutte le cure, capace di uccidere. La terribile scoperta arriva dalla Pennsylvania, dove una donna è risultata portatrice di un agente patogeno apparentemente immune a tutte le terapie antibiotiche oggi disponibili.



Il batterio, una specie del diffusissimo escherichia coli, è stato rinvenuto nelle urine della paziente, colpita lo scorso mese: “L’agente in questione – spiega un rapporto pubblicato sulla rivista della Società americana di microbiologia – è resistente persino all’antibiotico di ultima generazione colistina“. Il batterio killer potrebbe essere parte dei cosiddetti “batteri resistenti” o “batteri da incubo” – come li definiscono i microbiologi – in quanto immuni alle terapie antibiotiche e capaci di arrivare ad uccidere oltre il 50% dei contagiati.

Black Brain

“Da quanto sappiamo  è il primo caso di mcr-1 negli Usa”, spiega Walter Reed del National Military Medical Center, riferendosi al gene che permette appunto ai batteri di non essere attaccati dagli antibiotici. “Questo fa capire – continua Reed – quanto sia necessario trovare trattamenti contro questi batteri resistenti”.

Le autorità Usa sono in allarme e, dopo il caso della Pennsylvania, stanno cercando di capire dove l’infezione sia stata contratta e se il batterio abbia trovato diffusione anche fuori dall’ospedale.

Nicola Mattei

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

2 Commenti

Commenta