Roma, 18 ott – Le bollette dell’elettricità potrebbero farci respirare da gennaio, secondo Nomisma Energia. Una previsione confortante che tutti speriamo si riveli quanto più vicina alla realtà. Anche il gas potrebbe calare nei prossimi due mesi.

“Bollette elettricità, calo da gennaio”

Davide Tabarelli, presidente di Nomisma Energia, a “24 Mattino” su Radio24, è ottimista, come riporta Agenzia Nova. Le bollette dell’elettricità potrebbero calare a gennaio, quindi una flessione che vedremmo, in caso, dal prossimo anno. “Segnali positivi su quelle in arrivo prossimamente”, secondo Tabarelli,  che però specifica che  “gli effetti si vedranno dal primo gennaio e possiamo sbilanciarci parecchio nel senso che con estrema probabilità, altissima probabilità, non ci saranno più aumenti e probabilmente ci sarà un calo dell’ordine del 15/20 per cento”, ha aggiunto. Una previsione positiva in un mare di stime catastrofiche che non si può non accogliere se non altro con speranza.

Anche il gas in calo da novembre

“Sul gas dobbiamo digerire ancora ottobre, con i prezzi di settembre e ottobre, perciò dal primo novembre sapremo quanto sarà la media, però dopo, a novembre, rispetto ottobre ci sarà un calo. Sono notizie positive”. Considerati gli aumenti che abbiamo osservato negli ultimi mesi, è impossibile non interpretarle come tali. Certo è che quella di Tabarelli, ad oggi, non è null’altro che una stima. Una previsione che – lo ribabiamo – tutti speriamo che avvenga. D’altronde i prezzi sui mercati sono calati enormemente, come ricorda ancora il presidente Nomisma: “I prezzi del gas stanno crollando, siamo tornati ai livelli di giugno perciò a 4 mesi fa. Stamattina ha aperto a 120 il massimo è stato a 353. Oggi è quindi ad un terzo di quello che è stato a fine agosto di quando c’era il panico”.

Alberto Celletti

Ti è piaciuto l’articolo?
Ogni riga che scriviamo è frutto dell’impegno e della passione di una testata che non ha né padrini né padroni.
Il Primato Nazionale è infatti una voce libera e indipendente. Ma libertà e indipendenza hanno un costo.
Aiutaci a proseguire il nostro lavoro attraverso un abbonamento o una donazione.

 

La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

Commenta