Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 5 gen- Lo splendido gol di tacco di Giroud, attaccante francese dell’Arsenal, segnato contro il Crystal Palace, è ancora negli occhi di tutti i calciofili, ma oggi vogliamo ricordare un altro gesto tecnico di enorme spessore compiuto nel novembre del 1999 dall’italianissimo Mauro Bressan di Valdobbiadene, nel trevigiano, soprattutto perché oggi è il suo quarantaseiesimo compleanno.

Sangue di Enea Ritter

Si era all’inizio di novembre e al Franchi di Firenze si giocava Fiorentina-Barcellona, ultima partita dei gironi di qualificazione della Champions, traguardo già raggiunto da entrambi i club. Stiamo parlando del Barcellona di Figo e Rivaldo e guidato in panchina da Van Gaal, venuto nello splendido capoluogo toscano deciso a battere i viola allenati dal grande Trapattoni nonostante l’aritmetica conquista del girone. I catalani, però, non hanno fatto i conti con Mauro Bressan, cresciuto nel settore giovanile del Milan, che dopo tredici minuti dall’inizio del match si inventa una rovesciata da fuori area che porta in vantaggio i viola. La partita finirà con un rocambolesco pareggio, uno spettacolare 3-3.

Black Brain




Di fatto la carriera di Bressan non è certo paragonabile a quella di alcuni avversari di quella sera, Figo su tutti, eppure la sua rovesciata è stata votata come uno dei gol più belli della storia del calcio, l’ennesima opera d’arte in quel museo a cielo aperto che è Firenze. Non ce ne vogliano Batistuta o Antognoni, mostri sacri della Fiesole, ma oggi non possiamo non celebrare Bressan. Buon compleanno, dunque, al grande Mauro!

Giacomo Bianchini

 

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

Commenta