Roma, 24 ott — Immaginate se un uomo cisgender ed eterosessuale mostrasse il pene in diretta tv senza preavviso: scoppierebbe il caso nazionale, verrebbe accusato di sessismo, di essere un pervertito e scatterebbe la gogna a vita. Questo perché l’uomo cis non gode di certo degli stessi privilegi di un trans, a cui, a parità di performance, (cioè se mostra i propri attributi) una consistente parte dell’opinione pubblica fa la ola come allo stadio, esaltandolo per l’estro ed il coraggio.

Il trans nudo suona il piano con il proprio pene

Non ce lo siamo sognati, è accaduto davvero l’altra sera, per la precisione sull’emittente televisiva britannica Channel 4. Durante un’esibizione canora andata in onda nel corso della trasmissione Friday night live il cantante trans Dorian Gray si è infatti spogliato in diretta e, non pago, ha suonato il piano servendosi del proprio pene, nel generale visibilio. Gray stava finendo di cantare un brano, — pieno zeppo di volgarità ed espressioni di dubbio gusto sulla propria esperienza di «donna trans» — quando all’improvviso si è denudato completamente, saltellando e cantando, per poi avventarsi sul piano e percuoterlo con il proprio pene, lasciando tutti a bocca aperta.

Non è un crimine se lo fa un trans?

Un’esibizione che ha spaccato in due l’opinione pubblica, infiammando il dibattito su Twitter. La giornalista Helen Joyce, famosa per la sua battaglia contro l’ideologia gender, ha fatto notare che esibire i propri genitali senza il consenso di chi guarda è «un crimine sessuale commesso davanti alle telecamere. Mentre gli idioti urlano e applaudono». Evidentemente esiste una sorta di «salvacondotto trans» che permette a tali individui di tirarsi fuori gli attributi di fronte a migliaia di spettatori, molti dei quali minorenni. Nel Paese dove viene negata un’operazione salvavita a una donna che rifiuta di piegarsi ai diktat gender, ci pare il minimo.

Cristina Gauri

 

Ti è piaciuto l’articolo?
Ogni riga che scriviamo è frutto dell’impegno e della passione di una testata che non ha né padrini né padroni.
Il Primato Nazionale è infatti una voce libera e indipendente. Ma libertà e indipendenza hanno un costo.
Aiutaci a proseguire il nostro lavoro attraverso un abbonamento o una donazione.

 

La tua mail per essere sempre aggiornato

2 Commenti

  1. Ma nelle strade illuminate della Milano da succcare sono apparsi peni liberi a profusione, movimentando pure fior di quattrini e droga, quasi nessuno diceva un… c., anzi era Carosello prolungato. Dalle strade metropolitane agli schermi “regolarizzanti” il passo è breve, sempre. Salvo per…

  2. Fa VOMITARE , pure se lo facesse il grande Rocco ……
    solo cattivo gusto , i froci fanno SOLO schifo . Ma parlo per quelli esibizionisti ovviamente , tipo gaypride ,

    Avevo un compagno di scuola che, per fare il figo con le ragazze , tirava fuori il suo cazzimm e lo roteava , ma lo faceva ANCHE davanti a noi maschi ….. la seconda volta , DISGUSTATO , gli ho detto che se lo faceva ancora gli davo una bastonata
    che lo avrebbe trasformato come la coda di un maialino ….. non mi ricordo abbia ripetuto la performance ….. non in mia presenza .

Commenta