Roma, 8 mar – Tony Capuozzo, ospite a Tgcom24, ha espresso considerazioni sul Donbass e la Crimea, e – soprattutto – sulle ultime dichiarazioni del governo ucraino nel merito.

Capuozzo: “Bene apertura di Zelensky su Donbass e Crimea”

Alla domanda del conduttore, ovvero “come registri questa apertura di Zelensky di queste ore, e cioè che su Crimea e Donbass si può iniziare ad aprire un dialogo, quanto meno?”, Tony Capuozzo risponde così: “Direi che era ora no? C’è anche, a controbilanciare questa disponibilità al dialogo, il timore che questa sia una terza guerra mondiale. Insomma, sono parole che oscillano tra la minaccia e la disperazione”. Poi aggiunge: “Credo che il fatto che i negoziati proseguano, e che anzi in qualche modo alludano a contatti più alti, se pensiamo appunto all’incontro in Turchia tra i responsabili delle cancellerie, sia molto positivo”.

“Bisogna capire chi ha il coltello dalla parte del manico”

Nel resto del suo pensiero, Capuozzo ha espresso altre considerazioni oltre a quelle sul Donbass: “Quanto a cosa potrebbe succedere, dipenderà da come analizziamo la situazione. Dobbiamo chiederci chi ha il coltello dalla parte del manico. Se è vero quello che dice Kiev, e cioè che i russi hanno perso 12mila uomini, se assegniamo importanza decisiva al meccanismo delle sanzioni, se consideriamo fondamentale il fatto che all’interno della Russia le voci di dissenso si moltiplichino, allora possiamo immaginare una Russia in difficoltà sul terreno dei negoziati. Se invece crediamo di meno a numeri che racconterebbero la difficoltà russa, vediamo l’atteggiamento di un Putin determinato ad andare fino in fondo e osserviamo negli appelli del premier ucraino a ricevere aiuti militari e no fly zone dei segni di una resistenza che sa di essere su un vicolo cieco, allora le cose cambierebbero e il coltello ce l’avrebbe Mosca. Il terreno per negoziare c’è, l’urgenza pure, bisognerà vedere lo stato d’animo con cui le due parti si siederanno ai tavoli”.

Alberto Celletti

La tua mail per essere sempre aggiornato

2 Commenti

  1. T.Capuozzo si è sin da subito (!) posizionato in modo più corretto ed è sempre interessante ascoltarlo, soprattutto rispetto ad una moltitudine di altri, quasi infinita.

  2. Ma Zelensky lo sa che gli italiani senza Green-pass non sono liberi di andare in banca a prendere la pensione ?.
    Si è preoccupato di ricordarlo ai suoi profughi che vengono in Italia ?
    Che non potranno andare al bar a prendere un caffè?

Commenta