Roma, 11 nov – David Rossi è morto ormai 9 anni fa. Un omicidio su cu troppi elementi non erano stati chiariti.

David Rossi, ora si parla di “prove compromesse”

Un’indagine come minimo snaturata, quella sulla morte  di David Rossi, capo della comunicazione Mps trovato deceduto il 6 marzo del 2013, precipitato dalla finestra. Secondo le accuse, i tre pm di Siena che se ne avrebbero “manipolato e spostato senza redigere alcun verbale delle operazioni compiute”. Dovranno quindi presentarsi davanti ad altri giudici per essere interrogati e per difendersi dall’accusa gravissima della Procura di Genova di falso aggravato. I tre, nel verbale del 7 marzo, “omettevano di attestare che nelle ore precedenti, e in particolare dalle 21,30 sino a circa mezzanotte del giorno precedente, avevano già fatto ingresso nella predetta stanza prima che la stessa venisse fotoripresa dal personale della polizia scientifica”. Da lì la possibile manipolazione “di oggetti senza redigere alcun verbale delle operazioni compiute e senza dare atto del personale di polizia giudiziaria che insieme a loro avevano proceduto a questo sopralluogo”.

Le indagini

I magistrati inizieranno ad interrogare nel merito mercoledì prossimo. Un’indagine in cui sono finiti anche una relazione finale sulla morte dell’uomo, sebbene l’ipotesi più realistica ad oggi ritenuta sia ancora quella del suicidio: “Sono emerse alcune circostanze che meritano di essere tratteggiate. Conviene muovere dal tema dei cosiddetti festini poiché è da qui che sono scaturiti i maggiori sospetti e punti d’ombra sull’operato dei magistrati che si sono occupati della prima indagine”.

Alberto Celletti

Ti è piaciuto l’articolo?
Ogni riga che scriviamo è frutto dell’impegno e della passione di una testata che non ha né padrini né padroni.
Il Primato Nazionale è infatti una voce libera e indipendente. Ma libertà e indipendenza hanno un costo.
Aiutaci a proseguire il nostro lavoro attraverso un abbonamento o una donazione.

 

La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

  1. Per la verità anche il suicidio di tutta Mps è davvero sporco teso a compromettere prove, D.Rossi ricorda che il diavolo (rosso) fa la pentola ma non il coperchio.

Commenta