Arezzo, 11 nov – Siamo in piena crisi economica? I costi in aumento di bollette e materie prime attanagliano i cittadini italiani? Certo, ecco allora la genialata della polizia municipale di Arezzo: dotare gli agenti di occhiali a infrarossi per identificare immediatamente gli automobilisti che infrangono la legge. Parliamo di occhiali speciali, Lab Glasses, che leggono “al volo” targhe e documenti, consentendo così ai vigili di procedere più agevolmente con le sanzioni. Un progetto pilota in Italia che è stato presentato ieri al Comune di Arezzo, con i vigili urbani che verificheranno l’efficacia di questo strumento “avanguardistico” in particolare in zone a rischio microcriminalità. Costo degli occhiali? Mille euro a kit, ma secondo gli ideatori permetterà di “risparmiare denaro per gli utenti nelle notifiche”.

Ad Arezzo vigili con occhiali a infrarossi, il progetto pilota

“Si tratta di un progetto innovativo – ha dichiarato Pierluigi Ferraro, direttore commerciale del gruppo Lab Consulence – e siamo sicuri che lo strumento stravolgerà in senso positivo l’attività della polizia municipale. La nostra idea necessità tuttavia di una sperimentazione sul campo. Il progetto seguirà tre fasi nella sua evoluzione, dal basso fino alla versione più evoluta“.

Il comandante della polizia municipale di Arezzo, Aldo Poponcini, ha poi spiegato come dovrebbero funzionare questi occhiali a infrarossi. “I dati – ha detto – vengono proiettati sul visore dell’agente che controlla e può decidere se multare oppure no. La stampante di cui è dotato lo strumento permetterà di avere subito la sanzione pronta. Con la versione finale si arriverà alla notifica digitalizzata”.

Bufera social: “Accanimento che intristisce”

La sperimentazione prenderà il via a dicembre, proprio nel periodo natalizio. Un gran bel regalo di Natale per gli automobilisti aretini, sicuramente ansiosi di partecipare a questa straordinaria innovazione. Prova ne siano i commenti social al riguardo: “Un accanimento che intristisce”, “Ci servivano proprio un po’ di multe al volo”, “Per far cassa ne inventano di tutte”, “Siamo ai Robocop”. E ancora: “Funzionasse la sanità e tutti gli altri servizi come funzionano questi sistemi di accaparramento soldi, saremmo a cavallo”.

Alessandro Della Guglia

Ti è piaciuto l’articolo?
Ogni riga che scriviamo è frutto dell’impegno e della passione di una testata che non ha né padrini né padroni.
Il Primato Nazionale è infatti una voce libera e indipendente. Ma libertà e indipendenza hanno un costo.
Aiutaci a proseguire il nostro lavoro attraverso un abbonamento o una donazione.

 

La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

  1. S’i’ fosse foco, arderei ’l mondo;
    s’i’ fosse vento, lo tempesterei;
    s’i’ fosse acqua, i’ l’annegherei;
    s’i’ fosse Dio, mandereil’ en profondo;
    Ridestati Pietro
    …….
    s’i’ fosse ’mperator, sa’ che farei?
    a tutti mozzarei lo capo a tondo.
    ……..
    Mo’ non esagerare.
    A tutti tutti no!

Commenta