Il Primato Nazionale mensile in edicola

ciclismo michele scarponiAncona, 22 apr – Era appena tornato dal Tour of The Alps, l’ex Giro del Trentino, durante il quale nonostante i 38 anni di età aveva vinto la prima tappa. Michele Scarponi stava allenandosi sulle strade di casa, in provincia di Ancona, quando è stato investito da un furgone. Inutili i soccorsi, con l’eliambulanza che si è levata in volo e ha raggiunto in pochissimi minuti il luogo dell’incidente: il medico del 118 non ha potuto che constatare il decesso del campione.

Quindici anni nel professionismo e una vita in sella alla bicicletta, grandi dote di scalatore, in palmarés il Giro d’Italia 2011 e numerose tappe della ‘Corsa Rosa’. Michele Scarponi – soprannominato l’Aquila di Filottrano, suo paese natale – correva per la squadra kazaka dell’Astana, la stessa del campione emergente Fabio Aru. Quando è stato coinvolto nel terribile incidente stava allenandosi per il prossimo appuntamento con il ‘Giro’, che partirà il 5 maggio prossimo da Alghero e al quale si sarebbe presentato proprio come capitano della squadra, dopo l’infortuno al ginocchio che ha costretto Aru a dare forfait.

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta