Il Primato Nazionale mensile in edicola

sguardoMilano, 11 lug – Un grande archivio, ordinato da sinistra verso destra: così si presenta la memoria nella nostra mente e, quel che è più sorprendente, i nostri occhi reagiscono alle sollecitazioni a ripescare ricordi proprio come se cercassero in un archivio reale, “sfogliando” le informazioni da sinistra a destra.
Lo dimostra una ricerca dell’Università di Milano-Bicocca, condotta in collaborazione con l’Università di Zurigo, pubblicata sulla rivista Cognition.
Nell’esperimento, 10 volontari hanno dovuto memorizzare una sequenza di cinque numeri, che comparivano uno alla volta al centro di uno schermo che avevano di fronte. Poi, hanno visto altri numeri. Al che i ricercatori hanno chiesto ai partecipanti di indicare verbalmente se questi facessero o meno parte della sequenza memorizzata. Infine, in un’ultima fase, i partecipanti hanno dovuto ripetere i numeri verbalmente, secondo l’ordine di memorizzazione.
Grazie al sistema EyeSeeCam, un sistema ad infrarossi che cattura la posizione degli occhi, i ricercatori hanno registrato i movimenti oculari spontanei per studiare le strategie di visualizzazione interna che i partecipanti hanno messo in atto per svolgere il compito.
Dall’analisi è emerso che i partecipanti muovevano gli occhi da sinistra a destra in base alla posizione del numero da ricordare, a suggerire non solo che le sequenze ordinate sono organizzate spazialmente nella nostra memoria, ma che muoviamo gli occhi anche per esplorare lo spazio mentale.
Giorgio Nigra



Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta