Il Primato Nazionale mensile in edicola

13220073_10209435223584396_1951917104_nRoma, 11 mag – Dopo alcune stagioni durante le quali la Serie A era considerata da tifosi e addetti ai lavori come il miglior campionato del mondo, negli ultimi anni si è dovuto registrare un lento, ma inesorabile declino. Premier League e Liga hanno compiuto il sorpasso, assicurandosi i più grandi campioni che popolano l’universo calcistico internazionale. La Serie A dunque si è dovuta accontentare di accogliere giocatori sul viale del tramonto o giovani talenti non ancora sbocciati in maniera definitiva.
 In passato però gli equilibri calcistici europei erano molto diversi: l’Italia infatti era la meta preferita di tutti i migliori calciatori del mondo, desiderosi di confrontarsi con quello che veniva considerato da tutti come il miglior campionato del mondo, l’ultimo traguardo da raggiungere per ogni campione. 
I segnali del declino del calcio italiano sono evidenti esaminando le coppe europee e in particolar modo la Champions League. Tutti (o quasi) i migliori campioni che partecipano alla massima competizione continentale per club, non giocano in Italia, contribuendo ad aumentare il divario tra i club europei.



A proposito di Champions League e di campioni, per decretare il più grande nella storia dell’ex Coppa dei Campioni, europeanknight.net ha deciso di coinvolgere i tifosi nella scelta del migliore di tutti i tempi, consentendo ai fan di votare in una serie di sfide che porteranno a decretare il più grande giocatore di calcio di tutti i tempi. 
Di grandi stelle nel nostro campionato ce ne sono state molte, soprattutto in passato, e allora viene da chiedersi quali siano stati i più grandi fuoriclasse europei ad aver giocato in Serie A, contribuendo a rendere il movimento calcistico italiano un punto di riferimento per tutto il mondo.
 Tra i più grandi non si può non citare Michel Platini, vincitore – con la maglia della Juventus – di tre classifiche marcatori consecutive nel campionato italiano. Così come è impossibile dimenticare Marco Van Basten: il calciatore olandese è stato con ogni probabilità il miglior attaccante europeo che abbia mai calcato i terreni di gioco italiani, fermato solamente da una caviglia malandata che lo ha costretto anzitempo al ritiro dal calcio giocato. 
Un altro grandissimo campione europeo che l’Italia ha avuto il piacere di ammirare da vicino è stato Lothar Matthaus: il campione tedesco è arrivato nel nostro campionato nel momento migliore della sua carriera, consentendo all’Inter di conquistare lo scudetto, per poi vincere la Coppa del Mondo con la Germania nei Mondiali che si disputarono in Italia nel 1990.

Tra gli europei che hanno lasciato un segno indelebile nel nostro campionato non si può non ricordare Andrij Schevchenko: l’attaccante ucraino abbinava tecnica e velocità ad un grandissimo senso del gol che lo rendeva un calciatore letale davanti alla porta avversaria. Così come merita una menzione speciale Zlatan Ibrahimovic, attaccante assolutamente dominante nel nostro campionato. 
Di campioni europei che hanno scritto pagine indelebili in Serie A però ce ne sono molti altri: Suarez, Laudrup, Charles, Savicevic, Stoichkov, Boniek, Boban, Zidane e Nedved.
Insomma il calcio italiano in passato è stato terra di conquista di diversi fuoriclasse: la speranza è che possa tornare a diventarlo nel più breve tempo possibile.

redazione



La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta