Ormai non ci sono più dubbi: l’obbligo di fatturazione elettronica arriverà anche per le imprese ed i liberi professionisti del regime forfettario, sottoposti dunque a tassazione agevolata. Era da tempo che si parlava dell’estendere la platea dei soggetti obbligati ad emettere fattura elettronica in Italia, ma la conferma ufficiale è arrivata solo qualche mese fa. Il 13 dicembre 2021 infatti il Consiglio UE ha accettato la proposta dell’Italia: questa misura interesserà dunque tutti i professionisti con Partita IVA. In questa guida di Fiscozen è possibile avere maggiori informazioni in merito al regime forfettario, dunque vi consigliamo di leggerla se avete intenzione di aprire Partita IVA o di approfondire alcune tematiche. Oggi, vedremo nel dettaglio come funziona la fattura elettronica e da quando sarà obbligatoria per tutti.

Fattura elettronica per il regime forfettario: da quando l’obbligo

Molti professionisti si stanno oggi chiedendo da quando sarà ufficialmente obbligatorio emettere la fattura elettronica anziché quella tradizionale. Tutti coloro che godono del regime fiscale forfettario infatti non si sono mai dovuti preoccupare di tale aspetto, in quanto potevano fatturare secondo le modalità standard. A metà dicembre tuttavia è stata approvata dalla Commissione Europea la richiesta dell’Italia di estendere l’obbligo di fatturazione elettronica a tutti. È dunque solo questione di tempo: bisogna attendere che la nuova norma venga tradotta ed inserita ufficialmente nell’ordinamento italiano.

Sulla data precisa dell’entrata in vigore dell’obbligo di fatturazione elettronica per gli appartenenti al regime forfettario non abbiamo ancora notizie certe. Ciò che sappiamo è che secondo il PNRR tale obiettivo deve essere raggiunto entro il secondo trimestre del 2022. Manca dunque pochissimo prima che l’obbligo sia esteso a tutti i titolari di partita IVA e conviene farsi trovare preparati.

Come funziona la fattura elettronica per i forfettari

L’obbligo di fatturazione elettronica sta creando non poca confusione tra tutti coloro che hanno aderito al regime forfettario e che si trovano adesso a doversi adeguare a questa novità. Fortunatamente però esistono diversi strumenti che consentono di mettersi in regola e molti assistenti fiscali hanno pensato di includere il servizio di fatturazione elettronica all’interno dei propri pacchetti proprio per semplificare la vita dei professionisti. Un esempio in tal senso è Fiscozen, che offre un servizio all inclusive per professionisti ed imprese individuali iscritte al regime forfettario decisamente vantaggioso anche a livello di prezzi. Per soli 299 euro + IVA infatti Fiscozen consente di avere gestione completa della Partita Iva forfettaria con fatturazione elettronica illimitata. Scegliere tale servizio in sostanza significa non doversi nemmeno preoccupare delle novità che presto saranno introdotte, in quanto è tutto incluso.

In altri casi, i professionisti devono sostenere delle spese extra perché molti commercialisti privati prevedono un costo fisso per ogni fattura elettronica emessa. Vi è poi la vita dei software online, che possono rivelarsi utili per coloro che non fatturano moltissimo ma che richiede anche un minimo livello di competenza. Ci si deve insomma arrangiare, e nei primi mesi potrebbe risultare piuttosto difficile anche perché il rischio di commettere errori è sempre dietro l’angolo e non vale la pena correre questo pericolo.

Ti è piaciuto l’articolo?
Ogni riga che scriviamo è frutto dell’impegno e della passione di una testata che non ha né padrini né padroni.
Il Primato Nazionale è infatti una voce libera e indipendente. Ma libertà e indipendenza hanno un costo.
Aiutaci a proseguire il nostro lavoro attraverso un abbonamento o una donazione.

 

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta