Roma, 14 gen – Non voleva attendere il turno in ospedale e ha picchiato l’infermiera. No, non si trattava neanche di una ferita grave, ma di un codice verde per una lesione a un dito. La scena, incredibile, viene riportata dall’Ansa.

Non vuole aspettare in ospedale: donna aggredisce infermiera

All’ospedale Di Venere di Bari avviene l’incredibile, con un’infermiera aggredita da una paziente. La donna le lancia il mouse in faccia e la prende addirittura a calci, inseguendola e minacciandola. La dipendente della struttura, a quel punto, cerca rifugio in uno spogliatoio. L’incredibile scena viene raccontata dalla Asl di Bari, la quale sottolinea che   la paziente era arrivata con “una banale ferita al dito”, dunque non grave, ma non voleva accettare il turno. Al punto da perdere il controllo quando l’infermiera le ha spiegato “che i codici rossi più gravi hanno la precedenza rispetto agli altri”.

Trauma contusivo degli arti inferiori per la vittima

La vittima ha riportato un trauma contusivo escoriato degli arti inferiori, e ora ha una prognosi di 7 giorni. Antonio Sanguedolce, direttore generale dell’Asl, la ritiene una “violenza inaccettabile”. Violenza dovuta alla pretesa di essere medicata immediatamente.
“Verificheremo anche se c’è stata interruzione di pubblico servizio per poi prendere i provvedimenti necessari”, ha concluso Sanguedolce.

Alberto Celletti

Ti è piaciuto l’articolo?
Ogni riga che scriviamo è frutto dell’impegno e della passione di una testata che non ha né padrini né padroni.
Il Primato Nazionale è infatti una voce libera e indipendente. Ma libertà e indipendenza hanno un costo.
Aiutaci a proseguire il nostro lavoro attraverso un abbonamento o una donazione.

 

La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

Commenta