Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 26 dic – “Per ragioni di igiene. Uno strumento ideato per ben altri scopi era diventato una cloaca di odio e di insulti contrapposti”. L’Unicef ha risposto così a chi chiedeva lumi sull’impossibilità di scrivere recensioni sulla pagina Facebook dell’ente. La mancata discussione e conseguente approvazione dello ius soli in Senato, ha infatti mandato letteralmente fuori di testa l’organo dell’Onu, che adesso non consente più di scrivere recensioni agli utenti.

Peccato che a insultare abbia iniziato proprio l’Unicef su Twitter, come infatti riportavamo ieri su questo giornale, in risposta all’utente KellerZoe che contestava la posizione ufficiale dell’agenzia delle Nazioni Unite, quest’ultima ha replicato: “Ah sei di quelli che usano nomi stranieri e bio in inglese ma non tollerano che ragazzini nati in Italia che parlano italiano siano considerati italiani. #idiot & #Fascist”.

Se non approvi lo ius soli, per l’Unicef sei quindi un idiota e un fascista. E non hai neppure il diritto di esprimere la tua opinione, pena la censura. I responsabili di Unicef Italia hanno provato a giustificarsi dichiarando che l’Organizzazione è composta da “cittadini italiani con pieno diritto di esprimersi su qualsiasi vicenda riguardi i diritti dei bambini in Italia”.

Discutibile anche questo, considerando che un organo sussidiario delle Nazioni Unite dovrebbe essere super partes ed evitare di schierarsi politicamente, attenendosi semplicemente alla propria mission: offrire assistenza umanitaria per i bambini e le loro madri in tutto il mondo, in particolare nei paesi in via di sviluppo. Sembra al contrario che, almeno in Italia, la preoccupazione principale dei rappresentanti Unicef sia ben altra.

Alessandro Della Guglia

La tua mail per essere sempre aggiornato

7 Commenti

  1. Dovrebbero chiuderla la pagina quelli dell UNICEF, dovrebbero vergognarsi per il fatto di non essere politicamente imparziali e super partes. Non una lira a questi dell UNICEF basta donazioni .

  2. Pubblicate per favore un articolo inerente agli stipendi dei dirigenti e dipendenti unicef , quelli che non hanno mai lavorato un giorno in vita loro ma hanno solo usato il loro scranno per far politica sulla pelle degli italiani….. così capirete perché sono tanto interessati a farci invadere e trattarci come schiavi…..hanno completamente fallito nell’aiutare poveri e bisognosi nei loro stati e stando al caldo nei loro uffici promuovono l’invasione e la nostra fine…

Commenta