Glasgow, 10 ago – Pioggia di medaglie d’oro per l’Italia del nuoto. Agli Europei di Glasgow sono tre gli ori vinti ieri, che vanno ad aggiungersi alle altre medaglie che gli azzurri si sono aggiudicati nei giorni scorsi. In tutto sono 22 i successi ottenuti dal Tricolore. Mai per l’Italia l’Inno di Mameli è risuonato tante volte in una competizione europea di nuoto.

A salire sul primo posto del podio sono stati Piero Codia, per i 100 metri farfalla, Simona Quadrella, per i 400 stile libero e Margherita Panziera, per i 200 dorso. Codia ha stupito tutti, stabilendo il record italiano e dei campionati con lo strepitoso tempo di 50″64. La 19enne romana Simona Quadrella ha fatto il triplete, conquistando il suo terzo oro dopo gli strepitosi successi negli 800 e nei 1500 e affermandosi così come regina di questo Europeo e la nuova numero uno dell’Italnuoto, entrando nella storia. Margherita Panziera, già bronzo nella staffetta mista-mista, ha nuotato in un tempo record di 2’6″18, abbattendo così il muro dei 2’07”.

Oltre ai tre ori l’Italia ha vinto una medaglia d’argento con Giulia Gabrielleschi nella 10 km di fondo in acque libere. E poi due bronzi: Arianna Castiglioni nei 50 rana e Andrea Vergani  nei 50 stile libero. Quelli conclusi ieri sono gli Europei più scintillanti mai disputati dagli azzurri, e l’Italia diventa la terza potenza, dopo Russia e Gran Bretagna, del nuoto continentale. E ora si guarda alle olimpiadi di Tokyo.

Anna Pedri

Commenti

commenti

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here