Roma, 7 lug – Marc Andreessen, co-founder della società di venture capital Andreessen Horowitz e uno degli investitori più influenti della Silicon Valley, ha espresso delle forti considerazioni sullo smart working, il quale ha visto un incremento vertiginoso in seguito alla situazione venutasi a creare con la pandemia di Covid-19 e con tutte le restrizioni e impedimenti conseguenti. Lo stesso ha definito lo smart working come un “terremoto” che cambierà tutto, parlando di un vero e proprio cambiamento di civiltà e addirittura più rivoluzionario di Internet: “È forse la cosa più importante che sia successa nella mia vita, una conseguenza di Internet che è forse anche più importante di Internet”. 

Lo smart working come soluzione permanente

Un fenomeno, secondo Andreessen, che ha la potenzialità di alterare equilibri in piedi da secoli, ad esempio le persone non dovranno più scegliere la propria casa in base a dove si trova l’ufficio. Ora invece che molte aziende hanno adottato politiche di lavoro a distanza e ibride dall’inizio del 2020, i dipendenti sono liberi di lasciare le grandi città per luoghi più sostenibili e precedentemente meno popolati. In Italia, secondo l’Osservatorio Smart Working della School of Management del Politecnico di Milano, sono stati oltre 6 milioni e mezzo i lavoratori che hanno affrontato il passaggio al lavoro da remoto durante il primo anno di pandemia. Sempre secondo l’Osservatorio, nella sua ultima rilevazione, è emerso che lo Smart Working non è stata una soluzione contingente.

Guidare i cambiamenti

Le conseguenze dello smart working sulla società, famiglia e lavoro in primis, saranno realmente imponenti. In una società dove senza muoversi da casa è possibile fare acquisti, nutrirsi e compiere praticamente ogni azione, il lavoro è uno degli ultimi ostacoli in questo senso. Come ogni cambiamento, si deve cercare di integrarlo all’interno di logiche ben stabiliteopposte a chi vorrebbe una società atomizzata, anestetizzata dove la comodità diventa il prodotto di maggior guadagno, senza però cadere nel conservatorismo di una realtà ormai putrida e vecchia. Cavalcare le tendenze del nostro tempo per slegarle da paradigmi deleteri per l’esistenza dell’uomo è un compito fondamentale.

Andrea Grieco

La tua mail per essere sempre aggiornato

2 Commenti

  1. Bisogna pure considerare l’ altra faccia della luna (pure meretrice): il capitalismo saccheggiatore così scarica parte dei costi fissi sul lavoratore che per ora vede solo il risparmio, amplia la propria possibilità di reclutamento concorrenziale, investe meno nella crescita locale dei soggetti e carpisce dati tattico-strategici grazie agli alleati eco-finanziari nella sicurezza, controllo e monitoraggio dei soggetti… Il sistema crea acqua poca e sporca più di prima, da tutte le parti… Retrività centripeta.

Commenta