Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 19 ott – Una violenta ondata di maltempo si è scagliata sulla Sicilia, nelle zone di Catania e soprattutto del Siracusano (Francoforte, Lentini e Sigonella). Situazione davvero molto complicata a causa degli allagamenti. In contrada Trigona una persona è stata soccorsa e salvata dai vigili del fuoco, tirandola su con un verricello. In contrada Cuccumella un’azienda agricola ha chiesto soccorso per i lavoratori e il bestiame a causa dell’acqua alta e nelle case di campagna le persone sono dovute salire sul tetto per rifugiarsi. Elicotteri dei pompieri e della marina militare hanno soccorso gli abitanti della zona, anche se alcune persone si sono rifiutate di ottenere l’aiuto, preferendo un soccorso da terra. Altri elicotteri hanno tentato di raggiungere la zona colpita, ma da Messina non sono riusciti ad arrivare a causa delle condizioni meteo sfavorevoli.
Le strade dichiarate chiuse dall’Anas causa allagamento del piano viabile sono: la statale 114 diramazione “Della Costa Saracena” tra il km 10 e 11 a Carlentini (Siracusa) e la 192 “Della Valle del Dittaino” dal km 24 al km 43; per la presenza di fango e detriti in carreggiata: la SS 288 “Di Aidone”, dal km 2 al km 10 a Ramacca; la SS 417 “Di Caltagirone” è invece chiusa dal km 54 al km 59 a Lentini (Siracusa) per l’esondazione del torrente Gornalunga. Per ora la Protezione Civile Regionale dichiara che non ci sono feriti. In molti centri oggi le scuole sono chiuse e sono tante le abitazioni e i negozi che sono allagati nei centri dell’isola più grande del Mediterraneo.

Clara Tozzi

Commenta