Il Primato Nazionale mensile in edicola

Pavia, 21 giu- A distanza di pochi giorni dalle immagini della propria leader, Susanna Camusso, in cui appare ad un Gay Pride sorridente e abbracciata a due uomini con vestiti succinti, la Cgil torna a far parlare di sé. Inutile dire che non si tratta di iniziative o proposte politiche a favore dei lavoratori: niente di tutto questo.
Nel mirino del sindacato guidato dalla Camusso è finito un banchetto di raccolta alimentare organizzato dalla sezione pavese di CasaPound Italia a Vigevano e previsto per sabato 23 giugno: secondo l’accusa si tratterebbe di un messaggio xenofobo che seminerebbe solo odio, il tutto concentrato in un delirante comunicato in cui spicca l’immancabile richiesta di scioglimento di CasaPound.
Puntuale è arrivata la risposta di CasaPound Italia Pavia, attraverso le parole del responsabile Lorenzo Cafarchio:” Organizziamo una raccolta alimentare e la CGIL non trova di meglio da fare che strepitare contro un’iniziativa radicata in tutta Italia da molto tempo. Molto probabilmente i sindacalisti confermano di non avere il polso della vita reale quando chiedono lo scioglimento del movimento poiché ci siamo regolarmente presentati alle ultime elezioni e continueremo a farlo”. La nota si conclude con una richiesta più che doverosa da parte di CasaPound Italia Pavia con l’invito da parte dello stesso Cafarchio ai dirigenti Cgil: “Vengano a donare al nostro banchetto perché prendano lezione da noi su cosa voglia dire aiutare concretamente gli italiani, senza obiettivi di cassa“.
Dei diritti sociali dei lavoratori non se ne parla, ma vuoi mettere l’antirazzismo? Ennesima occasione persa per la Cgil espressione di una sinistra abituata a speculare sulla disperazione facendo cassa con sedicenti onlus e cooperative.

4 Commenti

  1. Questa miracolata da 10000 euro al mese, e’ già pronta e preparata per una futura mega pensione………la fornero ovviamente vale solo per gli sfigati sudditi e schiavi italioti, la camussa dovrebbe pensare ai suoi amichetti froci e ai nullafacenti del suo pseudo sindacato che difendono i radical chic e i ricchi burocrati piddini………se la prende con CP la vetusta comunista, ricorda il fascismo e la xenofobia……. Dei suoi libri di storia del cazzo a noi non frega nulla,della sua storia fasulla e farlocca a noi non frega nulla……..a noi interessano gli italiani vessati da una burocrazia indegna , a noi interessano gli italiani affamati……..capisci vecchia megera……..a noi interessa la Patria , a te la feccia africana che la deturpa. Vergogna.

  2. Cgil sono comunisti amici di gay feccia africana zingari e degli italiani non gli frega niente cacciamoli tutti dall’Italia insieme a cooperative e preti viaaaaa usiamo la folgore per fare piazza pulita sveglia popolo.

Commenta