Il Primato Nazionale mensile in edicola

Pistoia, 21 giu – Di Don Massimo Biancalani, il sacerdote amico degli immigrati, su queste pagine si è già scritto molto. Famose le sue iniziative a sostegno dei profughi, come le gite in piscina per i suoi ospiti della canonica, la pizzeria del rifugiato, il presepe su un gommone. Ora, come periodicamente accade, don Biancalani è tornato a far parlare di sé per via di una foto pubblicata su facebook.
O meglio, più che di una foto si è trattato di un fotomontaggio, in cui i compaiono i membri del governo Conte su un gommone, con la scritta “I have a dream”. Insomma, don Massimo sogna che il governo italiano finisca su un gommone e magari affoghi come i migranti che lui intende accogliere nelle sue case. Come se non bastasse, rasenta la blasfemia invocando l’aiuto divino e commentando: “Signore siamo nelle tue mani”.
A Repubblica, che gli ha chiesto conto di quanto ha pubblicato su facebook il sacerdote ha risposto: “È il mio pensiero, espresso con ironia. L’ironia è uno strumento nelle nostre mani per criticare il potere. Mi è sembrato efficace”. Di sicuro il suo post è stato di immediata comprensione. E ancora: “Io come prete faccio politica, nel senso nobile della parola e se il governo continua con queste affermazioni di stampo xenofobo e razzista, insistendo per esempio sulla schedatura etnica, la mia speranza  è che non possa andare avanti. Che affondi, nel senso metaforico del termine”.
Sarà anche in senso metaforico, ma sta di fatto che per evitare di incappare nelle ovvie polemiche che un gesto simile ha suscitato, il fanatico dell’accoglienza don Biancalani precisa: “Io come prete mi ispiro al principio di umanità e questo è un modo ironico di ribadire un fortissimo dissenso nei confronti della politica annunciata dal governo. È evidente che siamo in un momento di grande confronto ideale. Siamo di fronte a una degenerazione della politica ma anche a un tradimento della cultura italiana, incentrata sulla solidarietà”.
Anna Pedri

2 Commenti

  1. Della deiezione sodomita non parlo………..ma ……appena si faceva una battuta contro gli indegni piddini e il sinistro mattarello la magistratura minacciava pesanti ritorsioni e si sentiva il rumore delle manette……….ovviamente skypd 24 ululava al grave attacco alle istituzioni……. Ora si può dire e fare di tutto…….. Veramente indegni questi codardi parassiti neo comunistelli. Dicano……dicano……sempre luridi restano.

  2. Il Signore dovrebbe provvedere a rinsavire un prete che non menziona la disperazione di popoli costretti a lasciare la loro terra per via di dittatori corrotti e banchieri usurai e che non menziona la schiavizzazione anche degli italiani costretti a lavorare a 2 euro e mezzo per competere con chi è venuto illegalmente nel nostro paese e che arricchisce scafisti,latifondisti e buonisti immigrazionisti traditori del popolo.

Commenta