Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 27 lug – Auspicare che la prossima generazione di cittadini sia formata non prevalentemente da europei, ma da figli di immigrati, costituisce quantomeno un errore politico con implicazioni certamente rilevanti, dal momento che la classe politica dovrebbe domandarsi come mai le coppie europee non hanno più figli. Ebbene, questa mancanza di volontà non dipende forse da uno scarso sostegno pubblico o dalla situazione economica? A questo punto, proprio sul piano politico, sarebbe necessario domandarsi se non sarebbe più opportuno che da parte dell’Europa ci fosse una politica di sostegno maggiore per le coppie.

Immigrati e disoccupazione

Un secondo errore consiste nel vedere gli immigrati come dei veri e propri salvatori della nostra Europa. Infatti, l’appartenenza di essi a tradizioni religiose e culturali profondamente diverse non farà altro che acuire i contrasti già in atto con le popolazioni autoctone.

Il terzo errore politico relativo ai presunti benefici dell’emigrazione dipende dal fatto che gran parte degli immigrati non è costituita da personale qualificato, ma si tratta invece di persone di scarsa preparazione e che, nella migliore delle ipotesi, hanno una scarsa propensione allo studio come al lavoro in generale. Tanto è vero che un numero non certo marginale di immigrati svolge sovente quei lavori che gli italiani non possono più accettare in quanto non remunerati adeguatamente.

Manovalanza per le mafie

Tuttavia, in generale, la maggior parte di questi immigrati, non avendo un’educazione paragonabile a quella di un Paese europeo, finiranno per alimentare professioni generiche e non qualificate. Non a caso le persone realmente impiegate rappresentano un numero esiguo, mentre la maggior parte vivono di accattonaggio o alimentano la criminalità organizzata.

Quanto poi al presunto beneficio che la presenza di questi immigrati dovrebbe dare alla crescita economica, in realtà ci vorranno almeno due generazioni, e quindi circa trent’anni, perché vi possa essere un innalzamento di questo genere a livello economico. Ma ammesso che tutto questo avvenga, una volta che gli immigrati invecchieranno, non dovrebbero godere dei benefici pensionistici e assistenziali?

Insomma questo atteggiamento ideologico, quindi privo di senso della realtà, nei confronti dell’immigrazione non rischia da un lato di alimentare, come già detto, la criminalità organizzata e dall’altro la disoccupazione?

Roberto Favazzo

25 Commenti

  1. la società multirazziale dovunque è stata tentata non ha fatto altro che
    causare tensioni sociali fortissime,aumento stratosferico
    di povertà e distacco sociale,
    crollo drammatico del livello di vita e
    non di rado, morti e sangue.
    i fautori delle società multirazziali
    SONO DEI CRIMINALI,punto.

    e come tali devono essere puniti.

  2. Le “élites” mondialglobaliste “main stream” sanno perfettamente, meglio anche, forse, del Filosofo Diego Fusaro, che i negranti costituiscono, a dir pochissimo, zavorra pura e maleodorante. Il loro piano, “elitario”, e quello di trasformare l’ Europa quantomeno in una porcilaia. O peggio. Coloro che non lo capiscono sono tutti personaggi viscidi che fanno finta di non capirlo. Gente che si ritiene al di sopra, (leggi: “intoccabili”), alle vessazioni e alle sottomissioni che si stanno preparando per le “plebi” “razzi fascio leghiste”. Simpatiche pratiche che sfoceranno in mattanza, dato che i negracci sono e saranno giovani, forti e dotati di selvaggia e bestiale aggressività. L’ Europeo, civilizzato, con troppo da perdere, castrato dalla “legalità” tassaiuola e tribunalistica, disarmato e reso inoffensivo da coloro che dovrebbero tutelarlo, sembrerebbe proprio la vittima designata: “indifesi come un gregge, con l’ “aiuto” della “legge”!!!”.

  3. Quello che fa più rabbia è che i responsabili di tutto ciò potrebbero rimanere impuniti.Mentre meriterebbero le conseguenze di una legge marziale che si muova come i partigiani.

  4. Io credo che insieme a tutto un mondo che vive di questo malaffare, esists veramente una classe intellettuale, prima che politica,incapace di fare i conti con la semplice realtà della impossibile integrazione di culture e religioni troppo diverse.

  5. La gente stanziale non fa più figli perchè, “grazie” all’euro, il costo della vita è raddoppiato e non si riesce a mantenere una famiglia. Per questo motivo le CAROGNE che hanno architettato questa falsa “migrazione epocale ineluttabile” hanno pensato d’importare gente che accetti di vivere in stamberghe e farsi pagare 2 soldi per fare “lavori che non vogliamo più fare” (e certo: l’occidentale è “choosy” e vuole “il posto fisso”…). E poi finirà come la manovalanza dei pomodori, che al primo incidente inizieranno a chiedere paghe eque e case dignitose.

  6. A proposito di demografia Europea … nei primi anni del ‘900 morirono 45 milioni di persone per la “spagnola” , poi ci furono 2 guerre mondiali …. ed oggi stiamo cmq stretti ….
    Chi dice che siamo pochi …. pensa solo a quanti clienti o risorse umane può USARE , leggete i “protocolli dei savi anziani di sion” definito un falso della polizia Zarista …. e capirete la schifosa realtà odierna .

    Soros
    Sarko’
    Frau kulona
    Tessera n.1 del Pd
    Levnev
    Saviano

    cos’hanno in comune ????

    ? ?

  7. @fabrizio:
    chi li punirà?
    guarda…più la fanno sporca,più le cose si fanno scomode,
    e meno pazienza avrà la gente.
    e quando la gente è al limite della sopportazione
    succedono parecchie cose,tutte scomode….
    intanto comincia tutto un fiorire di gente come traini,
    Preiti e breivik…
    con tutta la scia di sangue che ne consegue,
    e poi salgono al governo politici sempre più estremisti
    e sempre più arrabbiati…
    sostenuti da una fascia sempre più ampia della popolazione.
    è come una molla che si carica….
    quando si scarica va molto oltre il punto di equilibrio:
    quindi con ogni probabilità nei prossimi anni passeremo dall’anarchia assoluta di questi ultimi decenni,
    ad una quasi dittatura.

    e sai che c’è?
    ci farà soltanto bene.
    perchè le dittature hanno tanti difetti…
    ma UN PREGIO indiscusso lo hanno sempre avuto:
    sotto di loro c’è ordine.
    con le buone o con le cattive…
    e tutti questi marcioni,
    questi spacciatori,
    questi corrotti,
    questi delinquenti,
    questi pluripregiudicati,
    queste rakete,
    questi immigrati clandestini,
    questi accattoni molesti e prepotenti
    questi anarchici,
    questi black block
    questi elder lee….
    avranno una vita così dura in italia che
    impareranno una buona volta a rigar dritto…
    o li raddrizzeranno impalandoli.

    e non sarò certo io ad ergermi a loro difesa,anzi.

    • Vorrei conoscere le statistiche VERE pro e contro l’immigrazione di massa!!! Vorrei sapere cosa pensa LA GENTE!!!! I media sono gli organi più falsi che esistono… vengono gestite come delle marionette. Il giornalismo onesto viene sempre ostacolato e infangato….
      Il “buonismo” italiano – è una malattia grave ma curabile!! Nella vita di ogni giorno bisogna opporre la resistenza pacifica e diffondere il proprio pensiero. Bisogna parlare con i propri figli e non lasciarli alla merce degli insegnanti indottrinati ….. non tutti per fortuna. La “democrazia” moderna ormai è diventata una DITTATURA vera e propria……….

    • L’articolo inizia con considerazioni condivisibili (situazione economica, scarso sostegno alle famiglie) per poi scadere nel razzismo (non capaci di apprendere), coerente con la testata.
      Si mischiano immigrati regolari e irregolari, si dipingono gli extracomunitari (neri) come tutti delinquenti.
      Sarebbe stato intellettualmente onesto scrivere che la mancanza di lavoro porta (anche gli italiani, perfino i “padani”) a delinquere; che che l’immigrazione deve essere regolata, per evitarlo; che è meglio che gli irregolari siano noti, piuttosto che costringerli a rendersi “invisibili” e mandarli per strada, chiudendo i centri di accoglienza.

      “Aiutiamoli a casa loro”, rimpatriarli e/o distribuirli in tutta Europa, giusto; ma per farlo occorre accordi internazionali, PARTECIPANDO a tutti gli incontri a questo finalizzati.
      Non farlo evidenzia la volontà di utilizzare il problema a scopi “politici” e che non si ha nessun interesse a risolverlo o ridurlo.

      In quanto ai commenti, mi chiedo quanti abbiano mai avuto a che fare davvero con extracomunitari (neri).

    • Prova a denunciarli, mettendoci la faccia, no? O vuoi che lo faccia qualcun altro, o peggio, che ti ci accompagnino, perchè da solo non vuoi farlo? Vai nei siti dei cessi asociali se vuoi leggere altro, il sito è a norma di legge e ci si esprime sulla scia del diritto democratico. Siete e sarete sempre dei delatori anonimi e vigliacchi.

  8. L’articolo inizia con considerazioni condivisibili (situazione economica, scarso sostegno alle famiglie) per poi scadere nel razzismo (non capaci di apprendere), coerente con la testata.
    Si mischiano immigrati regolari e irregolari, si dipingono gli extracomunitari (neri) come tutti delinquenti.
    Sarebbe stato intellettualmente onesto scrivere che la mancanza di lavoro porta (anche gli italiani, perfino i “padani”) a delinquere; che che l’immigrazione deve essere regolata, per evitarlo; che è meglio che gli irregolari siano noti, piuttosto che costringerli a rendersi “invisibili” e mandarli per strada, chiudendo i centri di accoglienza.

    “Aiutiamoli a casa loro”, rimpatriarli e/o distribuirli in tutta Europa, giusto; ma per farlo occorre accordi internazionali, PARTECIPANDO a tutti gli incontri a questo finalizzati.
    Non farlo evidenzia la volontà di utilizzare il problema a scopi “politici” e che non si ha nessun interesse a risolverlo o ridurlo.

    In quanto ai commenti, mi chiedo quanti abbiano mai avuto a che fare davvero con extracomunitari (neri).

  9. Il problema dei buonisti è che sono sempre stati bravi a fare i froci col culo altrui! Tanto loro stanno ben lontano dai “poverini” che “abbiamo il dovere di aiutare” (e perché poi avremmo il “dovere”??!)… Fino a quando però la loro merda non li raggiunge anche a loro, sottoforma di violenze sessuali, omicidi, furti con sequestri in casa, botte e omicidi di donne occidentali (ma tanto loro sono “poverini” no?!
    Riflettere gente… Riflettere anziché spararsi sulle palle come piace al Pd e alla Rachete

  10. Gli immigrati in Italia non sempre si preoccupano di lasciare i figli con persone o istituzioni che si Pagani, li lasciano in casa da soli, andate a controllare questo!!!!

  11. “…ma si tratta invece di persone di scarsa preparazione e che, nella migliore delle ipotesi, hanno una scarsa propensione allo studio come al lavoro in generale…” ma vi rendete conto di quello che scrivete?…sembra un commento da social più che un articolo di un giornalista…..e’ legittimo esprimere la propria opinione ma dovreste farlo essendo intellettualmente onesti e scrivendo fatti

  12. Sei tu, Caro Pietro da denuncia per cecità di quello che ti sta intorno e per ignoranza reale della consapevolezza, per queste mie accuse a te non c’è pena come non c’è pena per i post che ti hanno preceduto. È il nuovo scontro che il nostro Paese sta’ vivendo e io che sulla mia pelle, sulla mia vita sto’ combattendo so’ da che parte stare e non è la tua. Potrei stare ore a spiegarti ad farti capire di quanto reale e vero, tragicamente vero sono le analisi che ti fanno lacrimare, ma come in ogni scontro si va alla guerra e fortunatamente è già iniziata. Penso alla folle sventura di vita vissuta dei miei nonni, al loro sagrificio per questo paese, per me, penso al niente che è rimasto continuamente svenduto da decenni in nome delle libertà diventate solo personali di chi le gestisce e non popolari. Al popolo non si chiede più da tempo, si fa ‘!! Solo la consapevolezza di a chi dare il voto regola la vita, se c’ è il benestare dei poteri forti però, se no’ diventa governo tecnico. Ti lascio solo con due piccole storieNel breve tragitto per andare a lavorare c’è qualche bar mi fermo per un caffe e altro sono tutti con ll cartello vendesi ma non uno, ti sto parlando di 4/5,non ti sembra strano? Avendo passione per le auto nei siti incontro spesso questi tipi d’annuncio Occasione, causa trasferimento all’estero vendo auto.. ma tanti!! Non ti sembra strano.. Voglio farlo anche io prendo un barcone e vado in Australia chissà se mi danno il wifi.. Te saluto.

  13. A Schettino.. E tanto per alzare il livello, un uomo, un programma.. Vorrei risponderli a frase per frase, capitolo per capitolo.. Ma essendo cosi lui sicuro dei suoi ragionamenti così ben pensanti e illuminanti sarebbe tempo perso.. Per la cronaca tengo a precisare che un articolo si può giudicare ed è interessante se offre riflessioni e spunti, visioni e notizie da un punto di vista diverso.o uguale ma più ampio. Tutto qui per la questione social.. Se si può commentare(!! La Libertà.. In Cina non si puo’ fare!! Ma i cinesi in Italia girano (molti) in Mercedes, ma fanno il mio stesso lavoro!!! Io ho la 207…)tutto diventa Social (si può commentare) !! Per finire ed solo per questo che ho scritto a Schettino, quando lui dal suo pulpito non domanda ma insunua chiedendo chi ha a che fare con exstacomunitari (negri) rispondo che io me l’ha sono pure sposata ed insieme ho una bambina di anni 7..Tanto per mandare a cagare i sapientini e il loro pulpito.. Non vi rendete conto che la gente non è pecora, ma vive intensamente.. E se la situazione è un reale scontro è perché ha finito la pazienza.Causa principale di tutte le rivoluzioni e sollevamenti popolari.

  14. Il mondo è di tutti.ricordo che l italiano è un migrante. I bambini non riescono a filtrare le frasi dette tra le mura di casa. Stiamo alimentando il razzismo. Noi bianchi abbiamo e continuiamo a sfruttare le terre che non ci appartengono li abbiamo derubati e lasciati ignoranti. Vendiamo loro le armi per destabilizzare i loro paesi. Con il progresso stiamo distruggendo il nostro pianeta. Noi siamo la causa di questa migrazione e siamo ancora all inizio.

  15. Caro Orgoglioso Siciliano, è vero, il mondo dovrebbe essere di tutti senza confini, ma chi si muove per andare a vivere in un posto diverso da quello della propria comunità, non può pretendere di essere assistito e mantenuto dai cittadini dei posti che raggiunge, altrimenti , diventano schiavi quei cittadini che devono lavorare e pagare per il suo mantenimento e per il mantenimento di chi gestisce la sua collocazione(vedi quello che assorbono dalle casse dello stato le cooperative che si occupano degli immigrati)..e quelle casse vengono rimpinguate dalle tasse dei lavoratori che sono una razza molto discriminata in Italia…
    abbiamo il dovere morale di accogliere i profughi di guerra, ma devono assumere un atteggiamento di ospiti, non di gente che ha più diritti di usare i servizi pubblici di quelli che quei servizi li rendono possibili, soprattutto quando il numero di chi arriva è elevato.
    Chi si sposta inoltre, deve avere il dovere di rispettare i luoghi che raggiunge e le persone che vi abitano, i loro costumi . Quel giorno che sarà così , che l’uomo sentirà questo dovere, certamente il mondo non avrà più bisogno di confini. Fino a quel giorno che mi pare sia purtroppo lontano, abbiamo il dovere di difendere quello che i nostri padri ci hanno consegnato : una civiltà dove le donne hanno gli stessi diritti degli uomini , dove i bambini devono andare a scuola , dove bisogna rispettare le file e la distanza di sicurezza e non vale la legge del più forte fisicamente con tutto quello che ne consegue. Abbiamo, prima, il dovere di difendere donne e bambini del nostro paese dalle aggressioni di chi arriva e vuole oltre che mangiare, avere quello che abbiamo noi e a due passi dal suo arrivo lo pretende senza aver fatto nulla per guadagnarselo . . Lo stato è come un condominio..tu paghi la corrente elettrica del condominio insieme agli altri condomini.. può venire qualcuno da fuori e attaccarsi al tuo contatore senza contribuire in qualche modo alle spese per quel servizio!? Fino, addirittura, ad averne diritto prima di te in quanto più povero ( es. Asili comunali ..se hai un reddito superiore a quello di un extracomunitario , a Milano, devi pagare metà del tuo stipendio per un asilo privato per mandarci un figlio .. gli asili pubblici sono occupati da loro che hanno la precedenza…ma quell’asilo pubblico esiste grazie alle tasse che tu paghi!!!) !!!
    E così fai la vita da poverissimo anche se lavori..!!!
    Si, gli italiani hanno dovuto come tutti e più di altri emigrare, ma quando hanno raggiunto le loro mete, avevano i diritti che noi siamo chiamati a riconoscere a chi ci raggiunge??
    Comunque , non è con loro che dobbiamo prendercela, sono d’accordo con te, non sono loro i colpevoli, e alcuni di loro sono davvero dei disperati e anche migliori di noi,
    bensì , dobbiamo prendercela con i nostri politici e soprattutto con i politici degli altri paesi che hanno costruito questa situazione perché hanno bisogno di disperati disposti a lavorare per quattro soldi , cosi che i titolari di Attività siano in grado di pagare più tasse e i padroni della terra, che non vediamo, possono continuare a mantenere il proprio tenore di vita .
    A me fa tenerezza chi difende i poveracci in modo sincero, come tu mi sei sembrato, e non per tornaconto come la maggior parte degli italiani di quello schieramento, ma oggi in Italia quelli che hanno bisogno di essere difesi in quanto più deboli e sfruttati, sono i lavoratori e i disoccupati italiani che vorrebbero lavorare , ma le offerte di lavoro sono misere e lontane dal garantire loro una vita dignitosa.
    Possiamo occuparci di chi arriva e ha bisogno, e dentro un numero direttamente proporzionale alle forze del nostro Stato, solo e soltanto dopo che i nostri datori di lavoro in quanto distributori di benessere, possono godere di tutti i vantaggi che meritano per aver messo a disposizione della società le loro qualità e i dipendenti possono avere una vita dignitosa e fare famiglia a 30 anni.. non ci si può stringere tutti nello stesso posto a concorrere per un pezzo di pane. È guerra così.. Rifletti poi sulla responsabilità che ha un padre di famiglia se fa entrare in casa un povero che poi gli stupra la figlia .. la stessa responsabilità ha un governo.. abbiamo avuto governanti che a questo hanno risposto: ma la stessa ragazza può essere violentata anche dal fratello o dal vicino..il padre non può proteggerla da questo o averne responsabilità! Tu , invece , da siciliano sai benissimo che nel caso in cui viene violentata da un fratello o da un vicino , il padre non ha colpa, nel primo caso invece è colpevole di colpe incancellabili… Ciao

  16. Caro siciliano, il tuo commento è tipico dei piangina bianchi, ormai autocolpevolizzati in tutto. Neanche sei capace di replicare in modo ragionevole, tiri fuori le solite menate isteriche sul mondo “che è di tutti”.
    IO SONO ORGOGLIOSO DI ESSERE BIANCO, orgoglioso di fare parte della stirpe che ha dato un senso a questo mondo in termini di cultura, scienza e tutto lo scibile umano immaginabile. Certo ha commesso anche errori e orrori, ma ha regalato al mondo le opere più straordinarie.
    Cosa che non hanno fatto nè altri stirpi, nè tanto meno i suoi adorati negretti africani di cui adesso versa lacrime penose.
    L’Africa prima dell’arrivo degli europei non era AFFATTO un paradiso in terra, era piena di guerre tribali e si vendono schiavi tra di loro, prima di venderli agli arabi (il cui commercio durò otto secoli!), e poi dopo agli europei. Poi sull’ignoranza che gli avrebbemo tenuti, qui mi viene il sangue alla testa, dopo che si è investito soldi in istruzione, sanità, dopo che si è mandato i figli dei capitribù nelle migliori scuole europee per cercare di formare un elitè capace di tirare sù una società africana migliore, e vedere invece quando è stato vano! Non mi sento in colpa se costoro si svendono al potente di turno, compresa la popolazione inerte e scialpa ma non si preoccupi, a “sfruttare” le loro materie prime non saranno più i “cattivi” bianchi, ma gli ancora peggiori cinesi, che mica si faranno scrupoli a bastonarli per bene, visto che loro non hanno mica i nostri sensi di colpa. Si informi bene sulla storia del colonialismo e sull’Africa, non solo nei manuali intrisi di retorica terzomondista! Forse si smetterà di trovare giustificazioni alla miseria umana di talune popolazioni!
    Sono razzista? Guardi sono più razzista verso i bianchi che gettano un torvo senso di colpa, un sadismo autoflagellante, frutto anche di meschinità e frustazioni personali. Dobbiamo estinguerci noi bianchi, perchè ci si illude che sarà un mondo di pace, pensando che gli “altri” siano buoni. Che illusione funesta!
    Stia attento anche lei. Lo so che essendo siciliano si sentirà “meticcio” “arabo”, come si sentiva il defunto (e porco) Camilleri. Ma i siciliani hanno anche sangue normanno, quindi non mi senterei sicuro al posto suo.
    I suoi amati negretti, che saranno 2 miliardi nel 2050, magari inculeranno prima voi bianchi pentiti, visto che gli accogliete a braccia aperte. Come pecorelle che vanno incontri ai lupi!
    Se si sentiva davvero in colpa per essere bianco, allora si spari! Saluti imbecille!

  17. @Luis Vermont
    Condivido ogni singola parola(se non sillaba) del tuo intervento.
    Aggiungo solamente che i cinesi andranno sempre più a depredare l’Africa e noi (col senso di colpa indotto) ci accolleremo le popolazioni fuggenti.

    Riguardo alla Sicilia è ora che i siciliani si scrollino di dosso il MITO di una discendenza da arabi,esquimesi o dai marziani.Ad accrescere peso all’elemento levantino sono state principalmente le cazzate di un certo Michele Amari.

Commenta