Il Primato Nazionale mensile in edicola

Milano, 25 dic – Un Natale all’insegna di pandori e panettoni allucinogeni, altro che funghi! Evidentemente ciò che stanno mangiando i partigiani milanesi, pronti a condannare il presepe allestito a Gardaland poiché “fascista”. Interpretano come “saluto romano” il braccio destro teso di una statuetta (la stessa “condanna” aveva colpito il Babbo Natale di Pozzuoli).
L’attenzione dell’Anpi Milano è stata catalizzata dal post su Facebook del consigliere di FdI Francesco Rocca (Presidente commissione sicurezza del Municipio 4). “È stato un post rivolto a coloro che vedono i fascisti ovunque, anche dove non c’è proprio nulla, come nel caso della pastorella del presepe accusata addirittura di apologia. Tutto questo ‘cancan’ mediatico è l’esempio lampante che conferma proprio la tesi che si voleva dimostrare”, ha chiarito Rocca.
Il post, prontamente segnalato, è stato altrettanto prontamente rimosso: il doppiopesismo di Facebook è cosa assai nota. Non poteva mancare l’intervento di Roberto Cenati (Presidente provinciale Anpi): “Profonda esecrazione per la provocatoria foto: riteniamo gravissimo che chi è stato democraticamente eletto dai cittadini al governo di una zona di Milano, mostri il suo disprezzo per i principi sanciti dalla costituzione repubblicana nata dalla Resistenza e per le leggi Scelba e Mancino, sentendosi assolutamente impunito nello sbeffeggiare le istituzioni che dovrebbe rappresentare”. Oltre alle consuete storpiature della storia, oltre alla consueta pochezza delle loro battaglie, l’Anpi ribadisce la propria “fascisto-fobia”. Il prossimo Natale, quindi, si dovrebbe provocatoriamente optare per statuette col pugno chiuso: chissà se avrebbero qualcosa da ridire, i signori dell’Anpi. Per ora, non si può che optare per un compatimento. E alquanto desolato.
Chiara Soldani

3 Commenti

  1. Sei consapevole della stupidità di questi individui, eppure sono sempre capaci di stupirti nei loro deliri. Veramente sono dei geni assoluti!
    Mi sa che qui, riferendomi anche al Babbo Natale “fascista” appeso a testa in giù, urge per costoro una scelta:
    a) passare dall’anonima alcolisti
    b) ricovero urgente al Sert per disintossicazione da allucinogeni
    c) oppure direttamente un TSO immediato

  2. per fernando tarducci
    a moncalieri negli anni ruggenti c’era un certo simeone tarducci fanatico mvsn..
    era percaso suo parente…sig.fernando tarducci