Roma, 19 set – Reddito di cittadinanza a stranieri furbetti. Storia già vista, e dopo il caso di Torino, parliamo di Roma, dove gli immigrati sono il 40% di coloro che si appropriano del sostegno statale pur non avendone assolutamente bisogno.

Reddito cittadinanza, il 40% dei furbetti della capitale è straniero

Come riporta il Giornale, ci sono quasi 2 milioni di euro di soldi indebitamente sottratti, a seguito dei controlli effettuati su circa 350 beneficiari. Le irregolarità scovate dai carabinieri in un anno, dunque, sono tante. Ora, la questione più rilevante che emerge è la seguente, ovvero che il 40% di coloro che sottraggono il sostegno statale, siano stranieri. Questo constatando, con ovvietà ma anche con necessaria puntualità, che la popolazione della città di Roma non sia composta per il 40% da stranieri, ma da molto, molto meno. I 350 beneficiari controllati questa estate dai carabinieri, dal nucleo Ispettorato del Lavoro di Roma e dagli uffici territoriali dell’Inps, insieme alla  Procura, hanno evidenziato 111 casi irregolari, provenienti dai quartieri del Pigneto, di Esquilino, San Giovanni e San Lorenzo. Ebbene, il 40% di questi sono stranieri, non residenti in Italia da dieci anni. Per un valore di circa 655mila euro.

Quasi 400 denunce

In un anno sono state 399 le denunce effettuate dai militari, con 353 casi irregolari accettati e un totale di 1.815.805 euro corrisposti a chi non era dovuto il sussidio, senza contare altre 46 persone segnalate per indebita percezione del reddito di emergenza, per un totale di 77.060 euro. Quasi tutti i denunciati avevano precedenti penali o erano sotto indagine. Tra loro anche un ricercato sul quale c’era addirittura un ordine di cattura europeo, il quale continuava a percepire il reddito perfino da latitante, usando false informazioni personali nel modulo di richiesta.

Alberto Celletti

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta