Roma, 7 apr – Momenti di palese imbarazzo, ieri a Palazzo Chigi, in occasione della visita di Re Harald V di Novergia in Italia. Il sovrano è stato accolto con gli onori militari dal premier Matteo Renzi, che, dopo il picchetto d’onore, gli ha porso la mano: nulla da fare, Harald V è rimasto impassibile. Scortesia? Maleducazione? No, semplicemente il premier si è “dimenticato” del protocollo istituzionale, che vuole che siano sempre i Re – e non i capi di governo – i primi a porgerla.

 

https://www.youtube.com/watch?v=w1wDHXg4iEY

Ti è piaciuto l’articolo?
Ogni riga che scriviamo è frutto dell’impegno e della passione di una testata che non ha né padrini né padroni.
Il Primato Nazionale è infatti una voce libera e indipendente. Ma libertà e indipendenza hanno un costo.
Aiutaci a proseguire il nostro lavoro attraverso un abbonamento o una donazione.

 

La tua mail per essere sempre aggiornato

4 Commenti

  1. La cosa più sconcertante di Renzi è che non riesce a fare un’espressione senza che gli venga la faccia da idiota. È un fenomeno. Mi chiedo come sarà la sua faccia quando lo impiccheremo ad un lampione…

    • Mi associo al suo commento al 100%, e la ringrazio anche per avermi regalato un buona risata. E’ un personaggio veramente ridicolo, potrebbe essere benissimo uscito da un film di benigni.

Commenta