Roma, 17 lug – Si può essere tenaci oppositori politici di uno scrittore ma leggerne e ammirarne le opere? Il popolo social ha decretato che no, non è consentito. Soprattutto se a farlo è il ministro dell’Interno Matteo Salvini che, come riferisce AdnKronos, è stato letteralmente messo in croce dai suoi follower per aver twittato un messaggio di cordoglio per la morte di Camilleri. “Addio ad Andrea Camilleri, papà di Montalbano e narratore instancabile della sua Sicilia”.

Antagonisti politici

Come è noto tra i due non correva politicamente buon sangue. Nel luglio del 2018 lo scrittore aveva definito Salvini come un “marziano che pronuncia parole mafiose” spiegando che “intorno alle posizioni estremiste di Salvini avverto lo stesso consenso che a dodici anni, nel 1937, sentivo intorno a Mussolini”. Lo scorso giugno lo scrittore aveva aspramente stigmatizzato il comizio con il rosario del leader del Carroccio: “Non credo in Dio, ma vedere Salvini impugnare il rosario dà un senso di vomito“. Salvini aveva risposto secco: “Camilleri dice che ‘Salvini che impugna il rosario mi fa vomitare’, gli dico Camilleri scrivi che ti passa“.

Le reazioni


Il flame aveva subito scatenato le reazioni dei sostenitori di Salvini, che si erano scatenati nell’insultare e inveire contro l’autore di Montalbano. Oggi, i sostenitori dello scrittore accusano il vicepremier di essere un “ipocrita” e un “provocatore”,  “Non hai avuto rispetto di lui da vivo dovresti solo vergognarti di onorarlo da morto!!!”, “se c’era una volta, UNA VOLTA, nella vita che potevi non scrivere niente e stare zitto, era in questa occasione”, “come telegramma può andare. Ma a volte il silenzio è d’oro”, è questo il tenore dei commenti sotto il messaggio di cordoglio. Ma alcuni sembrano invece avere capito il tenore del messaggio del ministro dell’Interno: “Fu un suo tenace oppositore, e il fatto che lei ugualmente lo ricordi dimostra che la Cultura può superare ogni barriera eretta dalla Politica”.

Cristina Gauri

Commenti

commenti

5 Commenti

  1. ho letto un paio dei suoi libri,non mi sono piaciuti ,come non mi è mai piaciuto lui,ma è indubbio che era uno scrittore di successo ,quindi il tweet di Salvini non mi pare fuoriluogo,il problema è che siamo un poplo di tifosi,non di sportivi che possono apprezzare un gesto csavallleresco verso un morto

  2. e poi mi pare vi sia una “lieve” duplicità di approccio: se un liberalprogressista viene linciato su internet è “il web insorge contro…” se capita la stessa cosa a Salvini sono “haters”, quindi una massa di sociopatici frustrati….eppure sempre di insulti via web si tratta

  3. Vabbe” ma era camilleri che gli rompeva il cazzo e lo attaccava!!!Posso dire la mia… le sue opere sono delle vere cazzate! buffonate partorite da un ubriacone

  4. CCCI VOSTRA!!! GLIENE HA DETTE DI COTTE E DI CRUDE QUESTO SCRITTORE CHE A MIO AVVISO NON VALE UNA MAZZA SCONCLUSIONATO E IRRIVERENTE

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here