Il Primato Nazionale mensile in edicola

sassuolo italiani europa leagueSassuolo (Mo), 5 ago – Se nell’andata del 28 luglio scorso le cose non sembravano andare per il verso giusto, nel ritorno di ieri il Sassuolo di Di Francesco ci ha fatto rimangiare ogni perplessità travolgendo il Lucerna per tre reti a zero, due segnate da un Domenico Berardi in forma smagliante, ancora orgogliosamente in maglia verde-nera e l’ultima da Defrel, che ancora non ha completato del tutto la sua trasformazione in un vero centravanti.

Sangue di Enea Ritter

Sarebbe comunque sbagliato concedere il merito solo a Berardi. Il merito è della squadra tutta che non finisce di stupire e di un mister, Eusebio Di Francesco, che li ha accompagnati ad un obiettivo fino a qualche anno fa neppure ritenuto immaginabile. Una squadra che stupisce non solo per la qualità di gioco, ma anche per una caratteristica oramai rara a trovarsi: l’italianità. Il Sassuolo è rimasta una delle poche squadre con una rosa in larghissima parte italiana e che investe quasi esclusivamente su giovani autoctoni. Contro gli svizzeri gli unici due stranieri in campo erano Joseph Duncan e Gregoire Defrel, autore dell’ultima rete. La provo contro il Lucerna, tirando le somme, è stata superata a pieni voti.

Black Brain

Ma ai play-off la squadra di Di Francesco avrà di fronte i serbi della Stella Rossa, da poco eliminati dal terzo turno preliminare di Champions League in seguito alla sconfitta contro il Ludogorets. Le partite si disputeranno il 18 e il 25 Agosto. La prima in casa del Sassuolo, la seconda nella calda atmosfera del Marakanà di Belgrado.

Edoardo Martino

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta