Il Primato Nazionale mensile in edicola

Torino, 1 ott – La scorsa notte è finito in manette Andrea Bonadonna, uno dei capi di Askatasuna, noto centro sociale torinese. L’accusa è lesioni e resistenza a pubblico ufficiale. Il tutto sarebbe avvenuto durante gli scontri tra “antagonisti” e forze dell’ordine causati dallo svolgimento dei vertici del G7 sullo sviluppo, che hanno avuto luogo alla reggia di Venaria. Durante i duri scontri di venerdì e sabato, gli antifascisti avevano lanciato petardi e fuochi d’artificio ad altezza uomo, causando il ferimento di sette agenti (uno grave). Bonadonna è attualmente detenuto nel carcere delle Vallette.



In difesa di Bonadonna sono scesi in campo sia i centri sociali che il movimento No Tav: “Andrea è generoso, Andrea è un No Tav, Andrea non china la testa di fronte a qualsiasi ingiustizia. È un ragazzo che per la libertà lotta e non si risparmia mai. Andrea va liberato subito”. Sulla vicenda si è invece spaccato il M5S piemontese. In aiuto degli “antagonisti” di Askatasuna, infatti, è accorsa Francesca Frediani, consigliere regionale nelle fila dei pentastellati, che su twitter ha cinguettato: “Sembra impossibile. Andrea libero subito!”. Chiara Appendino, sindaco di Torino, ha al contrario espresso “sostegno alle forze dell’ordine per gli attacchi subiti e auguro pronta guarigione agli agenti feriti. Ringrazio tutti coloro che hanno coordinato e partecipato alle operazioni, garantendo la sicurezza e l’ordine pubblico”. Anche in questo caso, dunque, emergono tutte le ambiguità di molti grillini nei confronti dell’antifascismo militante.

Black Brain

Elena Sempione

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

4 Commenti

  1. I cinque stelle per essere ancora credibili devono espellere a suon di calci nel deretano i personaggi assurdi come questa consigliera.
    E oltre ad essere vicini alle forze di polizia devono anche condannare, almeno verbalmente, questi balordi storditi e parassiti dei centri sociali.

  2. La nostra città fa schifo per colpa di questi vermi, Torino è ostaggio delle zecche per colpa dell’elite politica cittadina del PD che si è coccolata questi cani fino a farli avere cittadinanza politica che ora usano atteaverso il M5S

Commenta